Dostoevskij e Tolstoj

Appunto inviato da luvlyly
/5

Appunti di letteratura russa: corso dedicato a 2 dei maggiori autori russi (27 pagine formato doc)

1867 D.
è a Dresda, ascolta un concerto gratuito in un parco, il “Fidelio” di Beethoven; lo colpisce molto, è la sua preferita. La giudica in modo inconsueto: “Meglio di questo non c’è niente, è un leggero grazioso ma con passione … gioia e struggimento amoroso”. Dire “leggero grazioso” è un giudizio originale, anche per Beethoven, che in genere esprime sentimenti drammatici. D. coglie tratti inconsueti anche degli scrittori che leggerà. Ha un rapporto fuori dagli schemi con la critica letteraria. Fino al 1920 la critica privilegiava un approccio biografico/storico: ciò è utile. Es: in D.
è importante la presenza delle malattie; l’attaccamento ai soldi. La specificità del pensiero di D. appare chiara a partire dai suoi romanzi. Nei suoi romanzi c’è un mondo intero: biografia; confessione religiosa; dialogo filosofico. Questi elementi sono correlati tra loro e come tali vanno analizzati; analizzandoli singolarmente si creerebbe una rottura lesiva del significato generale.