Novella picaresca: caratteristiche

Appunto inviato da sapientina Voto 7

Novella picaresca: caratteristiche del genere letterario la cui più originale espressione è il romanzo "Lazarillo de Tormes" (2 pagine formato doc)

NOVELLA PICARESCA: CARATTERISTICHE

La novella Picaresca è un genere letterario tipicamente spagnolo, così come I Cantares de Gesta. Quasi ogni produzione letteraria di un paese contiene uno o più generi tipici della propria letteratura: in Francia furono peculiari le Chanson e in Italia, ad esempio, i sonetti. La novella Picaresca è stata oggetto di diverse imitazioni, ma esso rimane un genere peculiare spagnolo non solo perchè è nato nella penisola iberica, ma anche e soprattutto perchè in esso si riflette chiaramente la realtà spagnola dell'epoca (1500-1600).

La novella picaresca si differenzia dalla maggior parte della produzione letteraria ad essa antecedente perché, come già era accaduto ne El Cantar de mio Cid, essa presenta connotazioni di estremo realismo.

Approfondisci: Tutto sul romanzo moderno

Questo genere letterario trova la sua prima e più originale espressione nella novella Vida de Lazarillo de Tormes. In questa novella l'autore, anonimo, descrive la vita di un picaro (termine intraducibile), cioè di un ragazzo di 17-18 anni.

Il ragazzo è il figlio di un condannato a morte e di una donna che, rimasta vedova, decide di convivere con un uomo di colore. Un simile atteggiamento era considerato scandaloso all'epoca. Il ragazzo decide, per tentare di sfuggire alla sua misera vita, di andare in giro per il mondo in cerca di fortuna. Inizia così il suo lungo viaggio, durante il quale presterà servizio presso diversi personaggi, ciascuno dei quali rappresentativo della realtà spagnola coeva. Lo scopo intrinseco della novella picaresca è proprio questo: ricordare brutalmente alla gente lo stato sociale della Spagna e non distrarla con una narrativa fantastica, come potevano fare i romanzi cavallereschi.

Romanzo picaresco: riassunto in inglese

ROMANZO PICARESCO RIASSUNTO

Come già detto, l'autore della novella Vida de Lazarillo de Tormes è anonimo. Probabilmente egli preferì restare nell'anonimato proprio perché la sua acuta osservazione sulla società e l'intrinseca satira contenuta nella sua opera avrebbero potuto creargli disagio. La novella fu pubblicata intorno al 1552 o 1553, però sono a noi giunte solo tre edizioni del 1554. Il suo successo fu fulmineo, tanto che se ne fecero anche molte traduzioni. Cinque anni dopo la Vida De Lazarillo de Tormes fu proibita poiché le autorità (soprattutto religiose) si resero conto della spietata analisi e della società e della denuncia che la novella rappresentava: l'autore, infatti, si scaglia violentemente contro una società che impediva ai poveri, agli umili di uscire dalla loro miseria.
Nella novella, come precedentemente sottolineato, la realtà contemporanea diventa per la prima volta materia romanzesca e protagonista è un personaggio di umilissima condizione, che cerca di costruirsi una vita a dispetto delle avversità. Proprio per questi motivi la critica internazionale riconosce la Vida de Lazarillo de Tormes come la prima novella moderna.

500 e 600 in Italia: storia e letteratura

PICARESCO SIGNIFICATO

Della novella sono infatti presenti nell'opera analizzata i caratteri principali:
- l'azione e il tempo in cui si svolge la vicenda sono ben definiti;
- i personaggi si modificano, crescono e cambiano insieme alle situazioni che vivono (nella novella non realista, come i racconti cavallereschi, nulla alterava il personaggio).
La novella è narrata in prima persona, caratteristica questa, che influenzerà tutta la narrativa picaresca posteriore ad essa.
Il linguaggio usato nell'opera è profondamente diverso da quello solitamente usato nella letteratura precedente. In particolare la letteratura cavalleresca era solitamente scritta con uno stile elevato e tutti i personaggi usavano esprimersi alla stessa maniera. Nella Vida de Lazarillo de Tormes l'autore, che decide di descrivere la realtà, usa un linguaggio piano, senza artifici, diretto. Ogni personaggio, inoltre, si esprime in accordo alla propria condizione individuale e secondo quello che richiede il momento: tristezza, gioia, rabbia...ecc...

Lazarillo de Tormes: riassunto e commento

L'approfondimento sul romanzo moderno