Cyrano de Bergerac

Appunto inviato da ilariateofilo
/5

Recensione breve del libro "Cyrano de Bergerac". (file.doc, 1 pag) (0 pagine formato doc)

Recensione del libro Recensione del libro “CYRANO DE BERGERAC” di Edmond Rostand Edmond Rostand è nato nel 1868.

Ha esordito come saggista e poeta e poi iniziò a dedicarsi al teatro in versi. Tra le sue opere Les Romanesques, La Princesse lointaine, La Samritaine e Cyrano de Bergerac, grazie al quale ha ottenuto un definitivo incontrastato successo. È una commedia allegra ma, al tempo stesso, dotata di una morale di fondo attualissima, portata all'eccesso dal consumismo e dal “progresso in negativo” dei giorni nostri, ispirata a Cyrano de Bergerac, artista commediografo del seicento. Sembrerebbe quasi una commedia cavalleresca, ha anche del poetico, visto che il “movente” della vicenda amorosa è proprio “l'animo gentile” dei cavalieri, ma s'intrecciano il tema guerresco, quello amoroso e la vita mondana (data la diffusione sempre maggiore del teatro).
Cyrano è un “cavaliere”, un guascone, coraggioso e tanto abile con la spada (da essere temuto da tutti), quanto con le parole. È il più bravo, il migliore, ma è quasi sfigurato, a causa del suo naso prominente e poco gradevole. È soprattutto innamorato segretamente di una donna, Rossana, bella e soprattutto ”colta” ma a sua volta innamorata di Cristiano, un giovane bello, ma poco colto, di poca fantasia… Quindi inizialmente l'attrazione di Rossana è solo fisica, ma non si ferma lì: vuole scoprire se il giovane saprà conquistarla anche con le parole. Ma Cristiano è una frana e Cyrano ha la “brillante” idea di prestare le sue parole (alla bocca di Cristiano) un po' per divertimento, un po' per sfogarsi e non tenere tutto dentro. E così avviene un matrimonio stile Renzo e Lucia, i cavalieri partono in guerra e anche dal campo di battaglia Cyrano invia lettere d'amore a Rossana, sempre per firma di Cristiano.Ma il giovane muore e il segreto procede di tomba in tomba, finchè Rossana intuisce chi era il vero autore e rimpiange anche la morte di Cyrano sapendo d'averlo amato davvero. Si è schiavi della bellezza, siamo bombardati all'ideale di bellezza (stop alla cellulite, cosmetici, cure, ecc. a go-go) ma chi ha veramente il coraggio di passare oltre e scavare fino all'anima?Rossana ne ha avuto, fino ad arrivare ad amare Cristiano ormai per quello che diceva, sarebbe potuto essere anche bruttissimo, lei l'avrebbe amato. Perché in fondo la bellezza del corpo sfiorisce, ma quella dell'anima resta per sempre.

Leggi anche: 10 libri da regalare per San Valentino