La letteratura tra Settecento e Ottocento

Appunto inviato da alydest
/5

Breve analisi della letteratura dalla fine del Settecento alla fine dell'Ottocento: correnti letterarie, autori e opere principali (3 pagine formato doc)

LETTERATURA TRA SETTECENTO E OTTOCENTO

La letteratura dal Settecento all'Ottocento.

Il Neoclassicismo. Il Neoclassicismo è un movimento letterario che si sviluppa tra il settecento e l’ottocento e che si ispira nelle sue opere ai modelli degli scrittori greci e romani. Alcuni scrittori neoclassici tuttavia anticipano alcuni aspetti del Romanticismo (movimento che nascerà nel periodo successivo) come il sentimento nazionale e l’amor di patria.
L’esponente più importante di questo movimento è sicuramente UGO FOSCOLO che è vissuto tra il 1778e il 1827.
VITA: Ugo Foscolo nasce a Zacinto nel 1778 da una madre greca e da un padre veneziano.
Alla morte del padre si trasferisce a Venezia dove subisce l’influenza delle idee di Napoleone e vi aderisce restando poi deluso quando Napoleone cede Venezia all’Austria.
Si trasferisce successivamente a Milano poi Bologna poi Firenze e poi ancora a Milano. Nel 1814 dovendo trasferirsi lontano da Milano va prima in Svizzera e poi in Inghilterra dove ha una breve relazione con un’inglese.
Da questa relazione nasce la figlia Floriana che sarà per Foscolo l’unico conforto nel momento della morte che avverrà nel 1827 in un paesino sperduto dell’Inghilterra.
OPERE: Egli segue molto gli ideali del Neoclassicismo e scrive numerose opere tra le quali ricordiamo: Ultime lettere di Jacopo Ortis, Odi, I sonetti, I sepolcri, Le Grazie.

Il Settecento: riassunto

LETTERATURA DELL'800

Il Romanticismo. A livello storico il Romanticismo si colloca nel periodo che precede la rivoluzione industriale (primi dell’ottocento) periodo in cui la borghesia acquista un potere notevole e la classe operaia comincia ad evidenziarsi e ad affermare i suoi diritti (vengono istituite le Trade Union) Cominciano così a diffondersi le idee liberali alle quali l’Italia partecipa in ritardo ma in modo molto attivo e intenso.
A livello culturale il Romanticismo si basa su tre punti fondamentali:
•    Il sentimento: in quel periodo infatti c’era stata un rivalutazione degli stessi sia in campo letterario che nella vita sociale.
•    L’inquietudine: i romantici infatti sentono molto spesso il bisogno di evadere dalla realtà per rifugiarsi in altri mondi come il sogno e l’infanzia.
•    La storia: i romantici ritengono molto importante la storia passata perché affermano che se non ci fosse stato il passato il presente non esisterebbe.
In Italia il Romanticismo ha origine da uno scrittore: Giovanni Berchet che è seguito poi da molti altri(anche perché nel periodo dei moti essere romantico significava essere patriota).
Tra gli autori più importanti ricordiamo ALESSANDRO MANZONI (scrittore) e GIACOMO LEOPARDI (poeta).