I promessi sposi-capitolo V

Appunto inviato da guismashing
/5

In breve,analisi del quinto capitolo del capolavoro manzoniano.(formato txt) (0 pagine formato txt)

SCHEDA DEL LIBRO I PROMESSI SPOSI, CAPITOLO V Aggettivi - Con certe braccia nerborute (pag.81).
- Percotere un disarmato è atto proditorio (pag.85). - "Io" rispose confusetto il dottore (pag.85). - Padre Cristoforo, padron mio colendissimo (pag.86). - Un naso più vermiglio e più lucente di quello (pag.89). Figure retoriche - Similitudine "Appoggiò il gomito sinistro sul ginocchio, chinò la fronte nella palma, e con la destra strinse la barba e il mento, come per tener ferme e unite tutte le potenze dell'animo" pag.79. - Similitudine "Lucia fece un gran respiro, come se le avesser levato un peso d'addosso" pag.81. - Similitudine "Il conte tacque, e il podestà, come un bastimento disimbrogliato da una secca, continuò, a vele gonfie, il corso della sua eloquenza" pag.88.
- Similitudine "don Rodrigo, stimolato anche da versacci che faceva il cugino, si voltò all'improvviso, come se gli venisse un'ispirazione" pag.88. Abstract Il capitolo narra dell'arrivo di fra Cristoforo da Lucia e, successivamente da Don Rodrigo, dove si intrattiene nella sua abitazione ed ha modo di fare una lunga discussione. Lessico - pag.80 - tribolato - afflitto, tormentato da pene e tribolazioni. - pag.81 - compunzione - atteggiamento di chi vuol dimostrare pentimento, anche non sincero falsa umiltà e falso riserbo. - pag.81 - desinare - fare il pasto principale, e generalmente più abbondante, della giornata. - pag.81 - nerborute - forte, vigoroso, muscoloso. - pag.82 - convito - lett. pranzo lauto e solenne al quale partecipano molti invitati est., anche l'insieme dei convitati. - pag.83 - scilinguagnolo - anatomia, legamento posto sotto la lingua che la unisce al pavimento boccale l fig. facilità di parola, parlantina. - pag.85 - sillogismo - forma di argomentazione per cui da due proposizioni dette premesse (maggiore e minore) se ne trae una terza detta conseguenza o conclusione; p.e.: gli uomini sono dotati di ragione (premessa maggiore), Pietro è un uomo (premessa minore), dunque anche Pietro è dotato di ragione (conseguenza) sillogismo armato o catafratto, V. epicherèma. - pag.86 - colendissimo - ant. rispettabile, degno di rispetto, us. spec. nello stile epistolare fino al secolo XIX nella forma "colendissimo"; oggi scherz. - pag.86 - celia - scherzo innocente e leggero. - pag.88 - meco - ant. poet. con me meco medesimo, tra me e me.