La sirena

Appunto inviato da nba
/5

Appunto sulla rappresentazione mitologica della sirena. (file.txt) (0 pagine formato txt)

LA SIRENA Essere mostruoso dalla genealogia incerta, metà donna e metà uccello, che stregava con il proprio canto gli esseri umani.
Secondo Apollodoro erano tre: una cantava, la seconda suonava la lira e la terza suonava il flauto. Il luogo in cui vivevano è stato localizzato tra Sorrento e Capri, esattamente dove ci sono gli scogli cosiddetti delle Sirene. Questi esseri mostruosi, definiti anche le "alate vergini", erano molto temuti dai marinai. Nell'Odissea viene narrato come Ulisse, messo in guardia dalla maga Circe, fece turare le orecchie dei suoi compagni con la cera perché non udissero il canto stregato delle Sirene. Ulisse, incuriosito da tale mistero, si fece legare all'albero della nave per poterlo udire senza cadere nella tentazione di gettarsi in mare.
Secondo alcuni mitografi le Sirene erano delle fanciulle al servizio di Persefone che vennero trasformate in mostri da Demetra, offesa del fatto che non avessero impedito il rapimento della figlia da parte di Ade. In effetti il loro accostamento al mondo degli inferi è presente anche in Euripide. Inoltre le Sirene ricorrono spesso nell'iconografia funeraria. Su alcuni sarcofagi non sempre si distinguono dalle Arpie. Soltanto in epoca post-classica furono raffigurate metà donne e metà pesci.