"I dolori del giovane Werther" di J. W. Goethe

Appunto inviato da hidalgos
/5

Commento e riflessioni sul famoso romanzo di Johann Wolfgang Goethe. (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

I Dolori Del Giovane Werther I Dolori Del Giovane Werther I Dolori del giovane Werther è considerato la maggiore opera di Johann Wolfgang Goethe; il romanzo, che muove da uno spunto autobiografico, in quanto audace e antiretorica rappresentazione di certi aspetti della borghesia tedesca ebbe un'immediata e grandissima rinomanza in tutta l'Europa e larga eco nella letteratura romantica.
J. W. Goethe, genio della letteratura tedesca, nasce a Francoforte nel 1749 da famiglia agiata. Negli anni della gioventù aderisce al movimento letterario dello “Sturm und Drang” e passa attraverso turbinose vicende sentimentali che gli ispirano appunto questo romanzo di grande successo. In tale romanzo, scritto in forma epistolare, si immagina che il giovane Werther, di sentimenti profondi e puri, racconti per lettera ad un amico, Guglielmo, la storia del suo infelice amore per Carlotta, già promessa e poi sposa ad Alberto, onesto ma un po' arido, di cui peraltro Werther si fa amico ed estimatore.
Una sola volta i due si dicono il loro amore, e mentre Werther le legge dei versi, riesce a strapparle un bacio, l'unico. Poco dopo Werther disperando del proprio destino e tormentato dalla gelosia si fa consegnare da Carlotta delle pistole e si uccide. Il romanzo, in parte autobiografico, pur avendo una trama molto semplice, contiene una delicata e tenera storia d'amore, finemente e psicologicamente analizzata sullo sfondo di una natura che fa da scenario alle inquietudini del personaggio; una natura nella prima parte allegra e gioiosa che Werther assapora nella sua capacità di donare quiete , bellezza e pacatezza. Nella seconda parte diventa tempestosa ed inquieta e riflette la disperazione dell'irrisolta vicenda passionale del protagonista. Nel romanzo, scritto appunto in modo epistolare, l'autore scrive le sue lettere ad un unico destinatario che ha solamente il ruolo di confidente e che non interviene, ma ascolta le vicende e gli stati d'animo che mano a mano si presentano nell'animo del giovane Werther; in seguito a ciò il romanzo si riduce ad un diario del protagonista. Guglielmo pubblicherà in seguito le lettere aggiungendo ciò che è necessario al lettore per comprendere la storia; tale metodo verrà poi ripreso ne “le ultime lettere di Jacopo Ortis” di Foscolo. Questo romanzo verrà in seguito tradotto in tutte le lingue europee e influenzerà appunto Foscolo, che però se nel Goethe le vicende del Werther si risolvono nella descrizione dei suoi tormenti, nel Foscolo verranno introdotte vicende politiche e patriottiche. A)predoina nel testo una terminologia propria del linguaggio religioso, individua i vocaboli appartenenti a tale linguaggio. Chiarisci perché sono utilizzati: Nel testo predomina questo linguaggio religioso soprattutto nella descrizione che Werther fa di Carlotta. Infatti egli, fortemente influenzato dai profondi sentimenti di amore che prova nei suoi confronti, la descrive sottolineando in modo deciso la bontà , l'inteliggen