Goldoni: riassunto della vita

Appunto inviato da nappy
/5

Riassunto della vita e opere di Carlo Goldoni (4 pagine formato doc)

GOLDONI: RIASSUNTO DELLA VITA

La biografia di Carlo Goldoni.

1707 - Il 25 febbraio Carlo Goldoni nasce a Venezia. Nei Mémoires egli esordirà ricordando i luoghi della sua nascita: “Je suis né à Venise, l’an 1707, dans une grande et belle maison, située entre le pont de Nomboli et celui de Donna onesta, au coin de la rue de Ca’ cent’anni, sur la paroisse de Saint Thomas”.
1716-20 - Trascorre l’infanzia a Venezia, durante la quale mostra un precoce interesse per il teatro (a otto anni compone una commedia sullo stile di Giacinto Andrea Cicognini). Quindi segue il padre medico a Perugia, dove studia retorica e grammatica presso il locale collegio dei Gesuiti.
1720-22 - Il padre si trasferisce a Chioggia, mentre Goldoni è a Rimini presso i Domenicani, dove studia filosofia e legge i commediografi latini e greci (Plauto, Terenzio, Aristofane, Menandro).
Fugge a Chioggia con una compagnia di attori. Il padre lo inserisce quindi presso lo studio legale dello zio Gian Paolo Indric.

Carlo Goldoni e la riforma del teatro: riassunto


CARLO GOLDONI VITA

1723-29 - Goldoni è al Collegio Ghislieri di Pavia a studiare diritto, ma viene espulso dall’università per aver composto una satira (Il colosso) contro le donne della città. Lo troviamo quindi a Udine con il padre; poi a Gorizia e a Vipacco, dove organizza uno spettacolo di marionette rappresentando Lo starnuto di Ercole di Jacopo Martello. Nel ’27 riprende gli studi a Modena, ma l’anno seguente è ancora a Chioggia presso la cancelleria della città. Nel 1729 si reca a Feltre come vicecancelliere. Qui mette in scena la Didone abbandonata e la Siroe del Metastasio e compone due intermezzi Il buon padre e La cantatrice.
1731 - Dopo la morte del padre (29 gennaio), Goldoni torna a Venezia e riprende gli studi giuridici a Padova, dove si laurea nell’ottobre dello stesso anno.
1732-33 - La difficile situazione familiare lo costringe a rapidi e continui spostamenti. È a Vicenza, Verona, Brescia, Bergamo, Milano. Nel capoluogo lombardo ha con sé il melodramma Amalasunta, che egli decide poi di distruggere per le critiche e l’insuccesso riportato.

Carlo Goldoni: vita e La Locandiera


CARLO GOLDONI BIOGRAFIA

1734-37 - Torna di nuovo a Venezia: dal capocomico Giuseppe Imer al teatro San Samuele fa mettere in scena con successo la tragicommedia Belisario. Conosce il compositore Antonio Vivaldi con il quale collabora adattando il libretto della Griselda di Apostolo Zeno. Nel 1735 e per tutto l’anno successivo segue la compagnia Imer a Padova e Udine. Quindi, nel ’37, è nominato direttore del teatro veneziano di San Giovanni Grisostomo, incarico che terrà fino al 1741.