"Il Piacere"

Appunto inviato da zampychia
/5

"Il Piacere" di Gabriele D'Annunzio. Appunto per le superiori. (file .doc, 5 pag.) (0 pagine formato doc)

Gabriele D'Annunzio Gabriele D'Annunzio IL PIACERE Scheda di Chiara Zampini Nota: in questa scheda ho inserito un riassunto steso secondo la fabula (vero ordine cronologico degli eventi narrati) e un piccolo paragrafo contenente l'intreccio (ordine dei fatti dato dall'autore) dell'opera di Gabriele D'Annunzio.
Riassunto Fabula: Il protagonista del romanzo è il conte Andrea Sperelli-Fieschi d'Ugenta. È un nobiluomo alla ricerca del grande amore, amante dell'arte e della bellezza; è rimasto orfano del padre in giovane età ed ha ereditato tutto il suo notevole patrimonio. Ad un pranzo offerto da sua cugina la marchesa Francesca d'Ateleta (che poi verremo a sapere innamorata segretamente di lui) conosce una bellissima donna, Elena Muti, duchessa di Scerni.
Subito fra di loro sboccia l'amore, aiutato anche da un'asta che si svolge il giorno successivo, dove i due percepiscono la loro sintonia spirituale e artistica. I due si rincontrano ad una festa in casa Doria, ed è qui che Elena, benché sofferente per un'indisposizione, dice ad Andrea: “Son venuta qui per voi soltanto”, parole che lasciano intendere il suo interesse per l'uomo. Nei giorni successivi non si possono incontrare a causa di una malattia che ha colpito Elena. Andrea però è impaziente di vederla, così si reca a casa sua e viene ricevuto, a differenza degli altri visitatori, nella camera della donna. È qui che per la prima volta si consuma il loro amore. La relazione procede per il meglio, ed Andrea, ispirato artisticamente, si diletta ad incidere e a scrivere versi. Nel frattempo però arriva, improvviso e immotivato, l'addio di Elena. Questa, dopo una romantica gita, gli dice che deve partire, e non gli spiega il perché. Andrea rimane sbigottito, e reagisce lanciandosi in diverse avventure, sicuro ormai delle sue doti da conquistatore. Le donne che frequenta sono tutte bellissime e titolate, ma nessuna riesce ad appagarlo. Intanto gli arriva notizia che Elena si è sposata con Lord Humphrey Heathfield, un ricchissimo gentiluomo inglese. È un matrimonio d'interesse, che Elena ha contratto per levarsi d'impaccio da una crisi finanziaria. Andrea si mette a corteggiare Donna Ippolita Albonico, con il solo scopo di donarle un orologio che aveva comprato all'asta sul quale c'era la scritta: “Tibi Hippolyta”. L'uomo riesce facilmente a conquistare la donna, ma viene ostacolato dall'amante di questa, Giannetto Rutolo. I due allora si sfidano a duello e, benché Andrea abbia una migliore tecnica e tocchi più volte l'avversario, l'amante riesce ad avere la meglio, tramortendo il rivale. A causa della ferita riportata nel duello, che gli ha lesionato un polmone, Andrea passa un periodo di convalescenza a villa Schifanoja, nella campagna di Rovigliano, sotto le vigili cure di sua cugina Francesca. Qui si rilassa e riprende a scrivere e a studiare, e così riacquista la serenità che aveva perduto. L'arrivo alla villa di una cara amica di Francesca, Donna Maria Ferres, moglie del