Ragazzi di vita: recensione

Appunto inviato da chy1305
/5

Ragazzi di vita di Pasolini: recensione con significato del titolo, analisi del testo, personaggi, temi principali trattati, struttura, stile e citazioni (3 pagine formato doc)

RAGAZZI DI VITA: RECENSIONE

Ragazzi di vita”: scheda di lettura
Autore: Pier Paolo Pasolini
Titolo: Ragazzi di vita
Prima pubblicazione: 1955
Casa editrice: Garzanti, Milano
Data dell’edizione: 1996

Pier Paolo Pasolini: biografia

RAGAZZI DI VITA: SIGNIFICATO DEL TITOLO

0) Significato del titolo:
Il titolo indica che i protagonisti sono dei giovani che vivono di espedienti e furti per sopravvivere.

La miseria e le dure condizioni di vita li hanno costretti a crescere prima del tempo, ma non gli hanno perdere il loro vitalismo.

1) Intreccio:.


Nel Romanzo, Pasolini narra le vicende quotidiane, gli atti talvolta crudeli e violenti di ragazzi appartenenti al sottoproletariato della Roma del secondo dopoguerra.
Il protagonista è Riccetto, che, insieme con alcuni compagni, si trova a fronteggiare i bisogni più elementari come fame, sesso e quindi bisogno di soldi.
I ragazzi vivono di espedienti, di truffe, con le carte, di furti, alternando momenti in cui sono "ingranati" (ossia hanno denaro, che però dissipano ben presto) a momenti in cui soffrono veramente la fame. I protagonisti cercano in continuazione di realizzare un "colpo" che gli
consenta di recuperare “la grana, che è la fonte di ogni piacere e ogni soddisfazione in questo zozzo mondo” , ma ogni tentativo fallisce; spesso a causa di compagni ancor più furbi e disonesti che si impossessano del maltolto.
Gli eventi degni di nota si perdono nella trama dei fatti, che si susseguono simili tra loro fino a delineare uno spaccato di vita più che una storia articolata. Certamente la morte di Marcello e della madre del Riccetto in seguito al crollo della scuola in cui abitavano, il suicidio di Amerigo, condotto in carcere dalla polizia che lo sorprende in una bisca, la condanna del Riccetto alla reclusione, le ustioni provocate in un gioco crudele al Piattoletta, la morte finale di Genesio che fuggito dalla famiglia tenta di attraversare il fiume, costituiscono gli episodi salienti del romanzo.

Pier Paolo Pasolini: biografia e pensiero

RAGAZZI DI VITA: TEMI PRINCIPALI

2) Spazio narrativo:
Lo spazio entro cui si muovono i “ragazzi di vita” è quello della Roma delle strade “slabbrate”, polverose e infangate. Dalla periferia, i ragazzi nella loro ricerca di vita percorrono tutti i quartieri di Roma che si succedono in molti racconti del romanzo. Il paesaggio è reale e viene descritto minuziosamente e realisticamente con precisione nell’indicazione dei nomi dei vari luoghi.

Ragazzi di vita: analisi

RAGAZZI DI VITA: COMMENTO PERSONALE

3) Tempo:
EPOCA STORICA:
La vicenda è ambientata nel periodo del secondo dopoguerra, dall’epoca immediatamente successiva all’ultimo conflitto, fino ai primi anni ‘50
DURATA COMPLESSIVA:
La vicenda non ha una durata precisa, ma si arguisce che copre all’incirca l’arco di cinque anni, dall’adolescenza del Riccetto, fino alla sua gioventù.
RIFLESSIONE SUI RAPPORTI TRA TEMPO REALE E TEMPO NARRATIVO:
Il tempo narrativo si restringe ad alcuni episodi ritenuti significativi ed esemplari di un certo modo di vivere. Si riscontrano quindi ellissi temporali e talvolta flashback. Il tempo non ha un’indicazione precisa e resta per lo più indeterminato. Alcuni momenti di vita vengono dilatati, rispetto alla realtà, altri vengono soppressi.