Il romanticismo

Appunto inviato da alepa
/5

Il Romanticismo. (1 pag., formato word) (0 pagine formato doc)

Il romanticismo IL ROMANTICISMO Romantico: romantic (inglese) Senso dispregiativo per indicare la materia amorosa degli antichi romances (romanzi cavallereschi).
Nel `700 perde questa accezione negativa e va a definire il fantastico, il soprannaturale, il mistero. In francese viene ampiamente usato il termine “romantique” (soprattutto da Rousseau) per sottolineare il rapporto sentimentale tra natura e stato d'animo. In Italia comincia ad essere usato il termine “romantico” nel 1814. Il sostantivo romanticismo designa il movimento letterario che si diffonde in Germania e poi in tutta Europa. Schlegel usa il termine “romantique” per definire la poesia moderna (nel senso di inquieta, drammatica) contrapposta a quella classica che era composta e armoniosa.
C'è un uso storico del termine e uno generale. Alla domanda “cos'è il romanticismo” si può rispondere dicendo che si può usare il termine in senso comune: romantico è sinonimo di sentimentale. Oppure il romanticismo si può intendere come movimento letterario in senso storico, come una componente eterna in tutti i tempi. Classicismo e romanticismo sono due componenti costanti. Le date sono diverse da nazione a nazione. Esotismo: una delle tendenze fondamentali del romanticismo. Può essere inteso in senso spaziale, come desiderio di fuga verso terre lontane, paesi selvaggi che possono essere i mari del nord o del sud. Si può avere anche un esotismo di tipo temporale: l'immaginazione progetta idealmente epoche diverse da quella del presente, in questo caso i tempi più vagheggiati sono il medioevo, o la Grecia antica vista come paradiso di perfezione e armonia. Ritorno al cristianesimo, predilizione per la notte. La dialettica diventa un modo di essere della realtà. Estremo soggettivismo. Mito del popolo. Amore: tema centrale del romanticismo.