Eneide

Appunto inviato da malmy
/5

Appunto essenziale e schematico sull'Eneide. (file.doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

Untitled APPUNTI SULLA LETTURA CRITICA DELL'ENEIDE (pag.
296-298 del testo “Narrami o musa”) Scopo ENEIDE Esaltazione della gens Iulia di Giulio Cesare e Ottaviano Augusto Autore Modo Virgilio Enea, figlio di Venere, progenitore di Romolo Infatti Nobilitazione albero genealogico era diffusa in mondo romano Quindi Virgilio recupera la tradizione con: Troiano Antenore fondatore Padova Greco Diomede fondatore Argiripa in Puglia Nipoti tebano Anfiriaco fondatori Tivoli Troiano Aceste fondatore Segesta Già stabilito da e e III sec. A. C. Autore poema epico sulla I° guerra punica (il Bellum Poenicum) III-II sec. A.
C. Autore di poema in esametri (gli Annales) Antico storiografo romano Con maggiore verosimiglianza interponeva tra Enea e Romolo i re d'Alba Longa Narrano arrivo di Enea nel Lazio e la leggenda di Romolo e Remo Mito e storia convivono nell'Eneide Genere Storico Stabilire continuità fra Enea, Romolo ed Augusto e Perché presentare età augustea Contenuto (ricostruito in ordine cronologico): Troia è vinta dagli Achei con l'inganno del cavallo Enea tenta un'inutile resistenza, ma poi, consigliato dalla madre Venere, fugge con il padre Anchise e il figlio Ascanio (la moglie Creusa è morta) Alle pendici del monte Ida Anchise ed Enea costruiscono una flotta Vagano per mare per molti anni a causa d'orrendi prodigi e oscure profezie Gli dei Penati appaiono in sogno ad Enea e svelano la destinazione finale: l'Italia Durante sosta in Sicilia Anchise muore I Troiani fanno rotta verso il Tirreno Una tempesta, scatenata da Eolo per volere di Giunone, disperde la flotta che approda sul litorale africano Enea e i compagni sono accolti ospitalmente da Didone, regina fenicia di Cartagine Venere e Giunone fanno sì che Didone s'innamori di Enea Enea ricambia Didone ma Giove gli ordina di ripartire Enea riparte per la Sicilia e Didone si toglie la vitaida dal dolore Anchise si rivela in sogno al figlio che parte per Cuma Accompagnato dalla sibilla, scende negli Inferi dove gli è svelata la meta: il Lazio Nel Lazio viene accolto dal re Latino che gli fidanza la figlia Lavinia Turno, principe dei Rutuli cui era stata promessa Lavinia, non accetta Enea Giunone evoca Furia Aletto e scatena contro i Troiani tutte le genti del Lazio Si scontrano in guerra i Troiani e gli alleati Arcadi ed Etruschi contro i Latini e i Rutuli La sconfitta e la morte di Turno concludono la guerra e il poema NEVIO ENNIO QUINTO FABIO PITTORE