Umberto Saba

Appunto inviato da raffyderrico
/5

Annotazioni sull'autore (2 pagine formato pdf)

La sua poetica penetra nel cuore delle cose, con la semplicità e l’onestà che egli chiama chiarezza
interiore.
E’ la moralità che permette al poeta un’immersione totale nel flusso della vita comune e
nell’accettazione di tutti i suoi aspetti: la gioia come il dolore, la giovinezza e la morte, la purezza e la
corruzione. La vita accettata qual è, il doloroso amore per la vita; tutto questo suggerisce a Saba
l’adozione di una scrittura pura, libera da ogni intenzione retorica e convenzionale.
In Saba, la moderna profondità dei contenuti, la scelta di trattare i temi più veri e immutabili dell’essere
umano, l’uso delle parole senza storia si accompagnano a schemi metrici tradizionali, ordinari e regolari.
La poesia di Saba è una delle più originali e significative del Novecento. Egli è un poeta che va
controcorrente, scegliendo di rimanere fedele al linguaggio poetico tradizionale, romantico.
Estraneo alle
correnti poetiche moderne e alla professione della cosiddetta dissolvenza del significante, Saba restituisce
al linguaggio il suo primo ruolo originale.
Nella poesia, Saba sceglie di cantare i sentimenti comuni, gli oggetti quotidiani e gli episodi anche banali,
ma necessari, dell’esistenza.