Bertolt Brecht: biografia

Appunto inviato da titty81
/5

Vita e opere del famoso poeta drammaturgo del novecento. Biografia di Bertolt Brecht (2 pagine formato doc)

BERTOLT BRECHT: BIOGRAFIA

Vita e opere di Bertolt Brecht.

Bertolt Brecht fu un poeta drammaturgo del novecento. Egli occupa il posto di un “grande trasformatore” del teatro. Teatro epico, o “non-aristotelico” che narra il mondo nella complessa rete dei rapporti sociali, impedendo allo spettatore di identificarsi con i personaggi sulla scena.
Brecht voleva sollecitare la facoltà critica, creativa e produttiva dello spettatore, che è chiamato a  riconoscere e costruire una verità nuova, che può mettere in dubbio valori già precostituiti.
Egli nacque il 10 febbraio 1898 ad Augusta. Figlio di immigrati svevi, il cattolico Berthold Friedrich, uomo severo e stimato, e Sophie Brezing, borghese di fede protestante.
Sophie lo mandò per un certo periodo alla scuola evangelica dei frati scalzi, dove Bertolt imparò ad ammirare la Bibbia. Fu uno scrittore precoce: fin da bambino compose versi per il suo teatro di burattini. Il suo primo dramma, la Bibbia, lo scrisse all’età di quindici anni. Era un osservatore defilato e anche un astuto scolaro. Da ragazzo Brecht era considerato il capo della propria cerchia di amici, con i quali amava isolarsi, condividere gli interessi e il lavoro letterario.

L'innovazione del teatro di Bertolt Brecht: tesina

BERTOLT BRECHT: BIOGRAFIA BREVE

Quelli furono gli anni delle prime esperienze amorose. Nacque un nuovo sentimento, che fu alla base della sua vita: un sentimento sociale, di benevolenza, gentilezza, solidarietà, di un senso di amicizia, quasi brutale nell’adolescenza, e cambiati dall’esilio nella maturità.
Brecht amò leggere:i suoi autori preferiti furono i ribelli francesi Villon, Verlaine, Rimbaud, e autori tedeschi Buchner e Wedekind, ma anche Shakespeare o Kipling.
Nella sua prima raccolta di poesie Hauspastille (Libro di devozioni domestiche,1927) Brecht riversò le esperienze giovanili della banda di “pirati” ribelli e “peccatori” di Augusta.
Egli, per evitare l’arruolamento, cambiò facoltà, da lettere si iscrisse a medicina, e prestò servizio come infermiere nell’ospedale di Augusta. Del suo rifiuto per la guerra ne testimonia la celebre ballata Legende vom toten Soldaten (Leggenda del soldato morto, 1918).
Alla morte di Frank Wedekind, geniale drammaturgo e per lui un proprio modello e maestro, pubblicò un appassionato elogio funebre in suo onore.

Bertolt Brecht: biografia breve

BERTOLT BRECHT: TEATRO

Bertolt Brecht oltre che poeta, fu critico teatrale per un giornale socialista. I suoi primi drammi furono Baal (1918), storia di un “poeta lirico” cinico e materialista che si oppone con furia distruttrice all’estasi visionaria del genio poetico in voga negli ambienti artistici; il secondo dramma Trommeln in der Nacht (Tamburi nella notte,1919) ben presto furono entrambi  rappresentati.
Si trasferì a Monaco dove ebbe un suo primo successo. Nel 1922 Brecht si sposò con Marianne Zoff, che gli diede una figlia, Hanne; ma dopo un anno conobbe Helen Weigel che fu destinata ad essere sua moglie e attrice modello; infatti più tardi la sposò.
In seguito Bertolt Brecht si stabilì a Berlino sia per l’importanza della vita culturale berlinese e la presenza in città dei migliori critici teatrali e sia perché a Monaco le scorribande delle Camicie Brune furono sempre più insistenti. A Berlino svolgeva in prevalenza attività non letterarie.
Con l’aiuto di Elizabeth Hauptmann scrisse Mann ist Mann (Un uomo è un uomo, 1925).
Durante quegli anni la società tedesca viveva gravi tensioni economiche e politiche, egli si dedicò anche a studi economico-sociali, e ben presto approdò alla lettura di Marx e a istruttive conversazioni con Karl Korsch. Così si convertì al marxismo.