Federigo degli Alberighi: analisi del testo

Appunto inviato da diablo00 Voto 8

Analisi della nona novella della quinta giornata del Decameron di Boccaccio: Federigo degli Alberighi (1 pagine formato doc)

FEDERIGO DEGLI ALBERIGHI: ANALISI DEL TESTO

Decameron di Giovanni Boccaccio - Federigo degli Alberighi: analisi del testo. La novelletta e narrata da Fiammetta sotto il suo stesso reggimento. Federico degli Alberighi, un ricchissimo nobile di Firenze si innamorò di monna Giovanna, una delle donne piu belle della Toscana. Per sedurla organizzo feste in suo onore e le fece doni fino a sperperare tutti i suoi averi e senza suscitare in lei nessuna attrazione.si ridusse cosi a possedere solo un piccolo podere ed un falcone,uno dei migliori che gli permettevano di  sopravivere.Avvenne però che il marito di monna Giovanna mori e questa andò a trascorrere l’estate con il figlio in una tenuta vicino a quella di Federigo.Questo è il ragazzo fecero presto la conoscenza,grazie al grande interesse del giovane per il falcone.

Federigo degli Alberighi: analisi breve

FEDERIGO DEGLI ALBERIGHI: RIASSUNTO E ANALISI DEL TESTO

IL figlio di Giovanna  si ammalò e quando gli chiese cosa lui desiderasse ,quello rispose che se avesse avuto il falcone di Federigo sarebbe sicuramente guarito.Il giorno dopo la madre si recò  da Federigo con un'altra donna ,non senza vergogna di andare a chiedere a lui che a causa sua si era ridotto in miseria una cosa cosi preziosa ,l’accoglienza fu calda, le donne disserò che si sarebbero fermate per la colazione ,ma l’uomo non trovando niente da cucinare tirò il collo al falcone e lo servi a tavola .Il pasto trascorreva  piacevolmente fino a quando monna Giovanna trovato ,il coraggio,chiese il falcone per il figlio moribondo .Federico scoppia a piangere  davanti a lei e le spiega che glielo avrebbe donato volentieri se non lo avesse usato per la colazione, uccidendolo proprio perché non aveva niente di adatto ad una donna come lei .Giovanna torna a casa commossa per il gesto dell‘uomo  ma sconsolata ;nel giro di pochi mesi il suo unico figlio muore,forse per malattia,forse per il mancato desiderio dell’uccello.essendo ancora giovane Giovanna viene spinta dai fratelli  a rimaritarsi per dare un erede ai beni acquisiti dal suo defunto marito.La donna per non avere altre sorprese ma essendo obbligata sceglie come marito Federigo per la sua generosità,facendolo finalmente ricco.

Federigo degli Alberighi: analisi

ANALISI DEL TESTO FEDERIGO DEGLI ALBERIGHI DI BOCCACCIO

I personaggi
FEDERICO:nella parte iniziale assume  pienamente gli ideali cortesi.Lui spende tutti i suoi possedimenti per la donna amata (servizio d’amore),consapevole di non potere ottenere nulla,il suo è anche un gesto per ingentilirsi l’animo(altro principio cortese).Federigo diviene poverissimo,al contrario del modello cavalleresco dove i cavalieri godono di una proprietà economica illimitata.Possiamo ancora notare un atteggiamento cortese quando monna Giovanna gli chiede il suo unico avere il falcone,che lui inconsapevolmente  ha cucinato per la donna amata.Questo suo gesto può  considerarsi come un ultimo affannoso,ansante appello alla donna amata,questo suo sacrificio è un elemento tipico della società feudale,assume in questa prospettiva un significato simbolico .Alla fine Federigo sposa donna Giovanna,mentre l’amor cortese escludeva il matrimonio,al contrario della società borghese mercantile che vedeva la compiuta realizzazione dell’individuo con il matrimonio.

Approfondisci: Giovanni Boccaccio: vita e opere