Decameron di Giovanni Boccaccio: riassunto e struttura

Appunto inviato da englishgirl
/5

Decameron: riassunto, struttura, descrizione delle novelle, temi e personaggi principali dell'opera di Giovanni Boccaccio (5 pagine formato doc)

DECAMERON DI GIOVANNI BOCCACCIO: RIASSUNTO E STRUTTURA

Giovanni Boccaccio.

Firenze forte (liberi comuni) città guelfa Napoli: regno D'Angiò (amico di Roberto D'Angiò) Arti Maggiori leve del potere Floridi commerci Classe mercantile egemone (II aristocrazia) DENARO+POTERE Classe clericale forte Amico di Petrarca (indirettamente conosce anche Dante) DE MONARCHIA: sogno politico di Dante Mondo vivo nella cultura e nelle tradizioni Popolo (precipita verso il '500) Lavoro nero (testimoniato dalla novella "Simona e Pasquino") Umili protagonisti in Boccaccio; non compaiono nel Rinascimento (letteratura d'élite) Tutte le classi sociali compaiono in Boccaccio Era nato figlio illegittimo ma fu riconosciuto da un banchiere dei Bardi. Boccaccio lavora con lui e lo porta con sé a Napoli.
I Bardi finanziavano la monarchia. Boccaccio vive fra gli onori e gli splendori di corte a Napoli. Va a scuola di retorica dallo stilnovista Cino da Pistoia.

Boccaccio: riassunto su opere, biografia e Decameron


DECAMERON RIASSUNTO

La sua passione è la letteratura. L'autore che preferisce è OVIDIO (METAMORFOSI: la Natura è eterna trasformazione; Ovidio è anche cantore dell'amore nelle opere AMORES e ARS AMATORIA). Legge anche Dante, Petrarca e gli stilnovisti. Nella sua opera rappresenta il mondo cavalleresco e aristocratico. Si innamora di Maria D'Aquino (figlia del re). Riprende dall'epica i valori dell'età cortese. 1340: fallimento della banca dei Bardi. Ritorna a Firenze (ARTISTI: uomini dal grande dolore) Boccaccio vive male a Firenze, disprezza la gente, ha perso la sua importanza. (Il potere utilizza i cervelli) Diventa intellettuale cortigiano 1348/1353 PESTE A FIRENZE (piaga economia e potere) Compone il "Decameron" (capolavoro). Scrittore di passaggio tra la cultura medievale e quella umanista.

Giovanni Boccaccio: riassunto su biografia e poetica


DECAMERON STRUTTURA

IL "DECAMERON" (10 GIORNATE) INVENZIONE NARRATIVA: motivo narrativo fantastico su cui si basa l'opera; in questo caso è la peste. 3 ragazzi e 7 ragazze a Santa Croce (hanno nomi letterari che si richiamano alla cultura latina) decidono di scappare da Firenze. Peste distruzione del vivere civile MONDO CORTESE: cultura della bellezza FONTI: ciò a cui si ispira l'autore. IMITATIO: imitazione dei precedenti illustri come omaggi (oggi è plagio) ex: ENEIDE 12 CANTI: 6 ODISSIACI (presi dall'Odissea), 6 ILIDIACI (presi dall'Iliade) "DECAMERON" da "HEXAMERON" di S. Ambrogio ( parla della creazione del mondo in 6 giorni) Boccaccio è uno scrittore indubbiamente moderno. Si proietta nell'età umanistica anche se nella sua visione del sociale è considerato tradizionale. Il "Decameron" è un racconto a cornice, allora diffuso nella letteratura orientale, novella nella novella.

Decameron di Giovanni Boccaccio: riassunto e struttura dell'opera


DECAMERON TEMI

La peste provoca devastazione fisica, morale e sociale; i giovani fuggono per vivere gaiamente e insieme (la peste abolisce l'isolamento) "LIETA BRIGATA" ripropone il vivere civile sovvertito dalla peste. Mondo dei mercanti (intraprendenti). Orizzonti geografici si espandono. I mercanti aprono i confini culturali. "Decameron" è un espediente per illustrare completamente la società.