Galileo Galilei: vita e opere

Appunto inviato da
/5

Nozioni essenziali riguardanti lo scienziato Galileo Galilei, con un approfondimento sul "Discorso sui massimi sistemi". Riassunto della vita e opere di Galileo (1 pagine formato rtf)

GALILEO GALILEI VITA E OPERE

Galileo Galilei: vita e opere - Galileo nasce a Pisa nel 1564 da una famiglia della nobiltà decaduta di Firenze.
Nel 1574 la famiglia torna a Firenze, dove Galileo riceve un’istruzione letteraria, e poi si trasferisce a Pisa per frequentare l’università di medicina, senza tuttavia finire i suoi studi, ma preferendo gli studi di matematica.
Grazie ad appoggi ottiene la cattedra di matematica all’univeristà di Pisa.
In questi anni scrive un trattato sulla bilancia idrostatica (“La bilancetta”) e un trattato in latino (“Teoremi sul centro di gravità dei solidi”).
Si trasferisce a Padova, sempre per insegnare matematica, e la vita dell’università acuisce la sua diffidenza verso la scienza tradizionale aristotelica, e inizia il rapporto epistolare con altri scienziati europei, fra i quali Keplero e Welser.

Vita e opere di Galileo Galilei: riassunto

GALILEO GALILEI VITA E OPERE IN BREVE

Le opere scritte durante il soggiorno a Padova mostrano la varietà degli argomenti di cui si interessò: “Trattato sulla fortificazione”, “Le meccaniche”, “Il trattato della sfera ovvero cosmografia”, “Le operazioni del compasso geometrico e militare”.
Nel 1609 costruisce un cannocchiale, con il quale scopre la montuosità della luna, alcune stelle sconosciute e quattro satelliti di Giove.

Ne da notizia con un breve trattato “Siderus Nuncius”.
Il duca di Toscana gli offre uno stipendio per il suo prestigio, e Galileo decide di trasferirsi a Firenze, in modo da non dover più insegnare ma dedicarsi ai suoi studi.
I suoi scritti contro la scienza aristotelica cominciano a creare problemi nel 1612, anno della pubblicazione del “Discorso intorno alle cose che stanno sull’acqua o infra essa si muovono” e di “Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari e loro accidenti”.

Galileo Galilei: biografia e invenzioni

OPERE PIU' IMPORTANTI DI GALILEO GALILEI

Le più gravi accuse provenivano dai gesuiti, e portano Galileo a scrivere le cosiddette “lettere copernicane”, sul rapporto fra scienza e religione.
Già nel 1615 L’inquisizione riceveva una denuncia contro Galileo, ma si limitava a condannare la teoria copernicana.
Ma il suo scritto successivo, il “Dialogo sopra i massimi sistemi del mondo tolemaico e copernicano”, lo porta in rotta di collisione con le già esasperate gerarchie ecclesiastiche: il processo si concluderà con l’abiura di Galileo e l’inizio di una nuova stagione di repressione contro la scienza.
Nel 1634 si trasferisce nella villa di Arretri, dove muore nel 1642, dopo aver scritto le sue ultime opere.
Discorso sui massimi sistemi - Questa è l’opera in cui Galileo sostiene la validità della teoria copernicana contro la vecchia teoria tolemaica.
Le idee dell’autore sono occultate genialmente dalla premessa e dalla forma con cui è scritta l’opera.

.