Giovanni Pascoli e Decadentismo: tesina

Appunto inviato da
/5

La vita, il genere letterario, la poetica, le opere e la meteorologia di Pascoli e il Decadentismo in Italia. Tesina su Giovanni Pascoli e Decadentismo (5 pagine formato doc)

GIOVANNI PASCOLI E DECADENTISMO: TESINA

Italiano. Giovanni Pascoli e Decadentismo.  La vita.

Per quanto riguarda la materia "Italiano" ho creduto facile e ragionevole un collegamento tra meteorologia e il Pascoli. Frequenti sono, nelle opere del poeta, i riferimenti alla natura, riferimenti anche di argomento meteorologico. Ma prima di entrare nello specifico è meglio trattare in modo generico questo scrittore. Nato a S.
Mauro di Romagna (oggi chiamato S. Mauro Pascoli proprio in suo onore) nel 1855, dopo appena 12 anni dovette sopportare la perdita del padre, ucciso di ritorno dal mercato di Cesena senza una motivazione apparentemente logica e senza che sia stato trovato l'assassino. Ma questa perdita fu l'inizio di una serie di morti che lo fecero divenire in pochi anni orfano di entrambi i genitori e privo di una sorella e di un fratello. Questi eventi segnarono per sempre la vita e le opere dello scrittore. Nonostante questo, studiò a Urbino, Firenze, Rimini e Cesena, vincendo anche, nel 1873 una borsa di studio a Bologna.

Decadentismo e Pascoli: riassunto


DECADENTISMO PASCOLI TESINA

Ma difficilmente poteva dimenticare i lutti familiari e, nel 1876, alla morte di un altro suo fratello, la sua tristezza e rabbia lo resero partecipe di moti di ribellione a fianco degli anarchici e dei socialisti, tralasciando anche, in parte, gli studi. Successivamente al suo arresto, cercò di abbandonare ogni spinta estremista e si riconciliò con gli studi, laureandosi nel 1882 e sedendosi successivamente sulle cattedre di Pisa, Messina e Bologna. Proprio in quest'ultima città trascorse gli ultimi anni della sua vita anche se più volte, riscoperta la passione per la campagna e per le piccole e umili cose, trascorreva diverso tempo a Castelvecchio (da cui "I canti di Castelvecchio", del 1903). Morì a Bologna nel 1912.

Il Decadentismo, D'Annunzio e Pascoli: riassunto


IL DECADENTISMO E PASCOLI TESINA

Il genere letterario. Pascoli può essere fatto rientrare nel filone letterario del Decadentismo, corrente letteraria nata attorno intorno al 1880 in Francia, anche se il suo precursore fu il francese Charles Baudelaire, nato a Parigi nel 1821. La sua opera più famosa fu la raccolta di liriche "I fiori del male" (1857), dove venivano raccolte liriche che trattano il contrasto, nell'uomo, tra la noia e gli ideali. Tale contrasto non riesce a trovare una soluzione e all'uomo non resta che aspettare la morte. Baudelaire faceva parte della corrente del Parnassianesimo (la quale cercava una poesia chiara, oggettiva, razionale ed elegante) ma dalla quale si distingue nei contenuti per il tema che in continuazione tratta. Infatti incentra tutto sul conflitto tra Bene e Male e nella consapevolezza che la vita dell'uomo sia imperniata di mistero. Baudelaire si può inserire però anche nel simbolismo in quanto trasfigura la realtà in simboli.
Ritornando al discorso del Decadentismo, questo ebbe come punto di nascita la Francia, ma ebbe successivamente diffusione in tutta Europa.