Vita dei campi di Giovanni Verga: temi e analisi

Appunto inviato da alepa
/5

Vita dei campi di Verga: tematiche, riassunto e analisi del testo della raccolta di racconti, pubblicata nel 1880 (2 pagine formato doc)

VITA DEI CAMPI DI GIOVANNI VERGA: TEMI E ANALISI

Giovanni Verga, grande narratore dell’800, nacque a Catania nel 1840.

Le tradizioni nobiliari e patriottiche della sua famiglia e la prima educazione impartitegli da Abate, influirono sulla formazione del giovane che trascurò gli studi di giurisprudenza per fondare un settimanale di poetica e letteratura e scrivere i suoi primi romanzi.
Trasferitosi prima a Firenze, poi a Milano, venne a contatto con i Scapigliati e strinse amicizia col Capuana: questi contribuì ad un ulteriore maturazione artistica di Verga che passò dal romanzo di tipo psicologico - borghese a sfondo romantico – passionale a quel nuovo filone del romanzo costituito dalla tematica del Verismo : lo studio del vero, del dolore, del dialetto, del sentimentalismo, dei valori,…..

Le novelle di Giovanni Verga: riassunto


VITA DEI CAMPI: ANALISI

Nedda” e la “Vita dei Campi”  segnano il maturato sviluppo di Verga che continua a scrivere i “Malavoglia”. Durante questa sua maturazione la Sicilia diventa lo scenario ideale della sua prosa e delle sue novelle che, immerse dentro un mondo di confini precisi, esprimono il dramma della lotta per la vita, colto nelle classi umili e diseredate.

Le strade e le case di Aci Trezza, Francoforte e Vizzini sono i luoghi dove si svolgono le novelle che talvolta possono essere delle rappresentazioni teatrali. L’amore, la gelosia, l’attaccamento alla famiglia, la rassegnazione di fronte al destino ed il senso dell’onore sono i principali argomenti trattati da Giovanni Verga nella sua prima raccolta: “La Vita dei Campi”.
“Cavalleria Rusticana” è un opera di genere teatrale dove possiamo notare il triangolo tra marito, moglie ed amante. Quest’ultimo è compare Turiddu, l’antico innamorato di Lola, che quando torna dalla leva militare viene a spere del matrimonio di Lola con compare Alfio, un ricco carrettiere.
L’amore segreto tra Turiddu e Lola finisce soltanto quando Alfio, dovendo difendere il suo amore, sfida Turiddu e lo uccide. Possiamo capire facilmente che la novella è ambientata nell’entroterra siciliano grazie ad alcune parole come “compare”, “gna”… che procedono il nome a cui si riferiscono, usanza tipica siciliana.

Vita dei campi: analisi, temi e riassunto


VITA DEI CAMPI: RIASSUNTO

Oltre a questa novella basata sulla difesa del proprio senso dell’onore ce ne è un’altra che tratta, invece, dell’amore, un valore importante per tutti, anche per una donna che sembrava non avere sentimenti a causa del suo carattere animalesco.
Questa era chiamata La lupa per le sue strane movenze e le sue caratteristiche fisiche. Era una donna alta con un seno prosperoso che un giorno si innamorò di un ragazzo che lavorava insieme a lei. La lupa voleva attirare la sua attenzione perseguitandolo, ma il giovanotto era invece attirato dalla figlia Maricchia .
Il povero giovane era disperato e non sapendo cosa fare decise di uccidere la lupa che con la sua violenta sensualità continuava a perseguitarlo.
“Fantasticheria” è, invece, una prosa lirica intimamente autobiografica.