La maschera della morte rossa: analisi e significato

Appunto inviato da
/5

Analisi e significato simbolico del racconto di Edgar Allan Poe, La maschera della morte rossa (2 pagine formato doc)

LA MASCHERA DELLA MORTE ROSSA: ANALISI

Verbale delle lezioni svolte su "La maschera della Morte rossa" di Edgar Allan Poe. -Abbiamo iniziato l'analisi del racconto dal primo capoverso che, abbiamo notato, ha lo scopo di presentare la Morte Rossa come una "figura" fisica (e non come una semplice malattia) e di metterne in evidenza alcune caratteristiche.

Il testo inizia con una frase molto breve: "Da tempo la 'Morte Rossa' devastava il paese.", contenente un verbo decisamente negativo e un'indicazione di tempo che accentua l'effetto di tale verbo, che presenta la figura come forte e terribile. E' successivamente messo in risalto il "marchio" della Morte Rossa (il colore rosso - sangue che le da anche il nome) sia indirettamente, con numerosi riferimenti al rosso e al sangue, che esplicitamente, con una frase particolare: ..."Il sangue era la sua manifestazione e il suo suggello, il rossore e l'orrore del sangue".
Abbiamo notato, infine, che nell'ultimo periodo del primo capoverso viene evidenziata la forza e la rapidità di uccidere della malattia: ..."E l'attacco, il progredire e la conclusione del male si risolvevano nello spazio di mezz'ora".

La maschera della morte rossa: analisi del testo

LA MASCHERA DELLA MORTE ROSSA: SIGNIFICATO SIMBOLICO

In seguito abbiamo preso in analisi la connotazione del "fuori e dentro", che si inizia ad individuare dal secondo capoverso. Il "Ma" iniziale ci indica che ciò che è espresso successivamente riguarda un tentativo di opporsi a quello che è stato precedentemente descritto: il principe Prospero e altri privilegiati si chiudono in un castello pensando, così, di lasciar fuori la "Morte". A questo punto abbiamo costruito uno schema che mettesse in evidenza la situazione descritta:

Prima di proseguire l'insegnante ci ha fatto notare che non si ha alcuna precisazione sul luogo o sul tempo in cui si svolge il racconto anche se, data la presenza di principi e castelli, si potrebbe ipotizzare un'ambientazione medioevale. Questo permetterebbe, a ciò che la Morte Rossa rappresenta, di non apparire limitato in un passato o in un luogo lontano, ma lo renderebbe un problema presente sempre e ovunque.

I Racconti di Edgar Allan Poe: riassunto e recensione

POE LA MASCHERATA DELLA MORTE ROSSA

Continuando con l'analisi delle connotazioni nel testo di Poe abbiamo notato che il "chiuso" del castello appare anche come una prigione in cui la vita si svolge in maniera molto differente da come avverrebbe fuori nella normalità. In effetti all'interno della fortezza si trova solo una ristretta cerchia di privilegiati che vive nel lusso e nella felicità ma che deve anche nutrirsi di scorte di cibo accumulate in precedenza e che non può avere alcun contatto col mondo esterno. Questa situazione si mantiene inalterata finché non avviene un fatto che stravolge l'ordinario, e che consiste in un grande ballo in maschera a cui partecipano, chiaramente, solo tutti coloro che si trovano all'interno del castello. In questa occasione si muta la situazione generale con l' "interno" che diviene uguale a ciò che prima era tenuto fuori.