Nascita della letteratura volgare in Francia: riassunto

Appunto inviato da dottorlolevo
/5

Riassunto sulla nascita della letteratura volgare francese (8 pagine formato doc)

NASCITA DELLA LETTERATURA VOLGARE IN FRANCIA

La nascita della letteratura volgare in Francia.

Premessa generale.
La nascita in Francia di fenomeni propriamente letterari in lingua volgare ha un’importanza enorme per lo sviluppo successivo di tutte le letterature europee moderne, ovviamente, quindi, anche per quella italiana. Cronologicamente precede di vari decenni fenomeni analoghi in altre regioni europee ed ha quindi fornito i veri e indiscussi modelli di riferimento per l’elaborazione di un registro colto in tutte le lingue moderne.
Il fatto che un registro letterario all’interno della lingua della comunicazione corrente sorga, in alternativa all’uso colto del latino, per la prima volta nei territori dell’attuale Francia, dimostra che qui, prima che altrove, sorge anche l’esigenza di esprimere con un linguaggio nuovo, alternativo a quello delle classi dirigenti intellettuali ecclesiastiche, ormai sentito come inadeguato, contenuti, sensibilità, attese, valori profondamente rinnovati.

Chretien de Troyes: riassunto

DIFFUSIONE DEL VOLGARE LETTERARIO

Il periodo d’inizio di questi nuovi fenomeni è la seconda metà dell’XI secolo e due sono, in effetti, gli ambiti territoriali e linguistici in cui, quasi parallelamente, si manifestano: il sud (gli attuali dipartimenti sul confine pirenaico e la Provenza), con la variante linguistica detta d’oc, e il nord (gravitante attorno all’attuale Île de France), con la variante linguistica della d’oil.
Vediamo, più da vicino – anche se comunque in estrema sintesi – quali sono i fenomeni e i caratteri propri di ciascuno dei due ambiti.

La nascita della letteratura volgare: riassunto

LA NASCITA DELLA LETTERATURA IN FRANCIA

1.

La letteratura in lingua d'oc, ovvero la lirica occitana, o provenzale, o trobadorica.
1.1. Premessa storico-culturale: nascita della cultura cortese.
Lo sviluppo di una letteratura di tenore colto ai più alti livelli di prestigio sociale ha una sicura priorità cronologica nel sud della Francia (Aquitania, Medi Pirenei, Linguadoca, Provenza). Ma questo fenomeno si verifica all’interno di uno più vasto, che va brevemente descritto, perché si ripercuote profondamente nei fatti letterari e avrà un’influenza culturale potentissima su tutta l’Europa basso-medioevale.
Il fenomeno sovrordinato da inquadrare è la nascita della cultura cortese all’interno dei castelli feudali.
Fino all’anno 1000, la cultura dei signori feudali era stata strettamente guerriera.

La nascita della letteratura volgare in Italia e in Francia: riassunto

LA NASCITA DEL VOLGARE: RIASSUNTO

I cavalieri feudali alto-medioevali, conducevano una vita sostanzialmente austera; le migliori condizioni materiali della loro vita rispetto a quella delle masse contadine erano quasi solo funzionali al mantenimento del loro vigore fisico per il combattimento e della loro attrezzatura bellica (armi, cavalli, residenza fortificata); i loro castelli non prevedevano ornamentazione se non in minima misura, il loro vestiario era concepito quasi esclusivamente in funzione di riparo del corpo, i loro modi, destrezza nelle armi a parte, non si distinguevano particolarmente da quelli delle persone inferiori di rango. In particolare, erano in gran parte non solo illetterati, ma persino analfabeti; tutto l’avallo intellettuale di cui la loro casta aveva bisogno (ad esempio per la redazione di documenti giuridici) proveniva dal mondo ecclesiastico, strettamente complementare al loro. In generale, l’unica qualità personale che era loro richiesta, al di fuori dei pregi guerrieri, era una solida e retta devozione cristiana.