Le novelle di Giovanni Verga: riassunto

Appunto inviato da
/5

Brevi riassunti delle novelle di Verga: Nedda, Rosso Malpelo, La lupa, Cos'è il re, La roba e Libertà (3 pagine formato doc)

LE NOVELLE DI GIOVANNI VERGA: RIASSUNTO

Giovanni Verga.

Novelle: Nedda, Rosso Malpelo, La lupa, Cos'è il re, La roba e Libertà. Riassunti.
Nelle novelle di Verga, il narratore guardando un focolare si rammenta un altro focolare visto. Davanti a questo caminetto ci sono delle ragazze che si asciugavano i vestiti bagnati dalla raccolta di olive avvenuta sotto la pioggia. Una delle ragazze è particolarmente triste, Nedda, perché la madre è molto ammalata. I soldi guadagnati dalla raccolta vengono portati alla madre per le medicine, ma questa muore. Dopo la morte della madre, la ragazza è isolata dal perbenismo dei paesani che la rimproverano di non portare il lutto. Le critiche del prete e delle comari si fanno ancora più spietate quando ella intreccia una relazione amorosa con un contadino, Janù. Questi decide di andare a lavorare nella piana di Catania, dove c'è la malaria ma dove potrebbe raggranellare i denari per il matrimonio.

Vita dei campi di Giovanni Verga: temi e analisi


LE NOVELLE DI VERGA: RIASSUNTO

Ma qui si ammala, cade da un olivo e muore. Così Nedda resta sola con la figlioletta natale dal rapporto con Janù. Nonostante sia povera, si rifiuta di portare la figlia illegittima alla Ruota, convento dove venivano lasciati i bambini illegittimi, e viene perciò ancor più duramente criticata dalle comari. Infine la figlioletta muore di stenti.

Giovanni Verga: vita, opere e poetica


OPERE DI VERGA: ROSSO MALPELO

Rosso Malpelo. Rosso Malpelo è un ragazzo che lavora in una cava di rena. Poiché ha i capelli rossi, è ritenuto malvagio e tiranneggiato da tutti. All'inizio è protetto dal padre, ma, quando questi muore in un incidente di lavoro, resta solo e indifeso, anche perché la madre, restata vedova, e la sorella si sposano. Rosso assimila la violenza che subisce e cerca di insegnarne la lezione anche all'unico amico che abbia, un ragazzo sciancato, Ranocchio. Quando anche costui muore, accetta di visitare un tratto inesplorato della galleria e vi si perde per sempre. LA LUPA La novella è suddividibile in quattro momenti:
1) il ritratto del personaggio pone in primo piano la figura di una donna che trasgredisce ogni regola sociale e che, per la determinazione con cui segue i propri appetiti sessuali, viene chiamata “la lupa”;
2) il vano amore della “lupa” per Nanni, che invece, badando all'interesse, mira a sposare la figlia di lei, Maricchia;
3) dopo il matrimonio fra Nanni e Maricchia, esplode l'amore incestuoso fra genero e suocera, provocando lo scandalo nel paese, la reazione drammatica di Maricchia e gli scrupoli di Nanni, che più volte tenta di sottrarsi al fascino della donna; 4) infine Nanni, non riuscendo altrimenti a porre fine alla relazione, uccide “la lupa”.