L'Ottocento

Appunto inviato da picculinha
/5

Le basi neoclassiche e le premesse romantiche, Motivazioni politiche e filosofiche, Il Romanticismo in Europa e in Russia. (4 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

L'OTTOCENTO L'OTTOCENTO Le basi neoclassiche e le premesse romantiche Dopo le scoperte archeologiche della fine del settecento, ci fu una riscoperta dell'arte classica; quindi si ricercava ideale di bellezza, armonia e tranquillità proprie dell'età classica.
Ma lo scopo principale del movimento Neoclassico era riprendere modelli classici usando argomenti e temi contemporanei. Il bello assoluto è il modello da seguire: compostezza ed equilibrio formale, l'armonia degli esempi greci (meno turbati e scomposti di quelli latini). Infatti con la Rivoluzione Francese e gli ideali di uguaglianza, fraternità e libertà, il legame tra il periodo contemporaneo e l'epoca dello splendore di Sparta, si strinse inevitabilmente. Durante il periodo della Restaurazione, invece, si facevo riferimento al classicismo imperiale che esaltava gli stessi sentimenti.
L'Illuminismo aveva sviluppato un pensiero razionale; questo cambiò del tutto con lo sviluppo del Romanticismo: questo movimento assai complesso influenzò il pensiero filosofico, quello artistico e letterario, ma soprattutto la vita quotidiana. Si può parlare di due fasi del R. quella anglo-sassone, ovvero le origini, poi quella francese e infine italiana, la più originale. In Germania c'è Burke con il sublime, l'orrido e lo spaventoso, egli opera la continua ricerca del bello assoluto (concetto già introdotto da Kant trattandolo nella critica del giudizio estetico, sostenendo che bisogna andare al di là dell'apparenza assoluta affinché si possa cogliere un aspetto più globale della natura); nei suoi scritti è presente la melanconia e l'introspezione, caratteristiche tipiche della prima fase del R. Schiller invece distingue la sua poesia da quella ingenua dei classici, usando una melanconia che provoca un vero e proprio strappo con la natura. Chenière invece e il primo a puntualizzare che “bisogna esprimere testi nuovi in versi antichi”, quindi bisogna distaccarci dalla natura facendo riferimento all'armonia classica. In Italia c'è la poesia celebrativa di Monti convinto sostenitore che il ruolo della poesia fosse solo uno, quello celebrativo, appunto. Con il Foscolo poi si avrà una ripresa dei modelli classici, greci soprattutto, infatti la madre del Foscolo era greca e lui stesso nacque a Zacinto, quindi rispose a pieno al suo background. Il R. si può dividere in due fasi principali: la prima comprende il passaggio dall'Illuminismo al, così detto, Pre-romanticismo; la seconda comprende le fasi più salienti del movimento sin dalla nascita del Romanticismo tedesco (1798). Le premesse del R. si possono trovare in alcuni movimenti nell'Europa della seconda metà del 1700: “Sensiblerie”: movimento francese che esaltavo la vita e il sentimento nato dopo le pubblicazione di Rousseau; “Ossianesimo”: nel 1762-1763 Macpherson in una pubblicazione finge di aver trovato dei testi di un bardo scozzese del terzo secolo dopo Cristo, Ossian, testi lugubri, melanconici; da qui nacquero nuo