Il Principe di Machiavelli: analisi e struttura del testo

Appunto inviato da aleoni
/5

La composizione, la struttura generale del trattato, tipologia dei principati, l'ordinamento militare, le qualità e le virtù di un principe. Analisi del testo e la struttura de Il Principe di Machiavelli (6 pagine formato doc)

IL PRINCIPE DI MACHIAVELLI: ANALISI E STRUTTURA DEL TESTO

Il Principe. La composizione: datazione, titolo e storia del testo.

Dal 1512 Macchiavelli viene privato di ogni ufficio e confinato e viene messo in carcere perché sospettato di partecipazione a una congiura antimedicea. Si pensa che in questo periodo, tra il marzo e il dicembre 1513, egli abbia completato la stesura del Principe e il quadro dei primi 18 capitoli dei discorsi.
Inizialmente egli vuole dedicare questo opuscolo a Giuliano de’ Medici ma, dopo la sua morte, il libro verrà dedicato a Lorenzo di Piero de’ Medici, duca di Urbino.
Il titolo dell’opuscolo rende ragione del modello scelto dall’autore dal punto di vista dei generi letterari: il trattato sul sovrano ideale, forma letteraria comune in età medievale. In questo periodo possiamo riscontrare la moltiplicazione di questi trattati con elenchi delle virtù mondane del “principe perfetto”. Però tra questa produzione e il Principe, vi è una totale differenza sia sul piano tematico e formale che su quello teorico ed ideologico. La scelta di Macchiavelli in favore di un canone tradizionale riguarda solo alcuni aspetti esteriori, come il titolo generale, i titoli dei singoli capitoli in latino e l’organizzazione del trattato.

Il Principe di Machiavelli: riassunto e commento

STRUTTURA DEL PRINCIPE DI MACHIAVELLI

La struttura generale del trattato. Il Principe è un opera unitaria suddivisa in ventisei capitoli, ognuno dei quali con un titolo in lingua latina. E’ possibile distinguere nel testo quattro sezioni tematiche di disuguale ampiezza.
La prima riguarda i capitoli I-XI e tratta di diversi tipi di principato in generale e principati acquisiti. La seconda va dal capitolo XII al XIV e affronta il problema delle milizie mercenarie e delle milizie proprie. La terza comprende i capitoli XV-XXIII e tratta dei comportamenti e delle virtù che si addicono ad un principe. La quarta riguarda i capitoli XXIV-XXVI ed esamina la situazione italiana e il decisivo problema della fortuna e del suo potere sulla vita degli uomini.

Il principe di Machiavelli: analisi e sintesi

IL PRINCIPE MACHIAVELLI ANALISI DEL TESTO

Vi sono inoltre alcuni capitoli chiave che hanno una relativa importanza su tutta l’opera. La Dedica iniziale a Lorenzo de’ Medici si distingue per il riferimento diretto all’interlocutore e contiene anche il giudizio complessivo dell’autore sul proprio testo. Nel capitolo VI Macchiavelli volge la sua attenzione al vero oggetto dell’indagine, la fondazione di uno Stato nuovo. Il capitolo XV si apre come il VI. In questo Macchiavelli da inizio ad una serie di riflessioni sulle qualità necessarie al principe e sulla sua concreta pratica di governo. Il capitolo XXVI si contraddistingue per una forzatura dell’andamento lucidamente ragionativo dominante nell’intera opera e per la prevalenza dell’aspetto emotivo.