Riassunto capitolo 18 Promessi sposi

Appunto inviato da guismashing
/5

spiegazione capitolo 18 de I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. Analisi dettagliata con aggettivi, figure retoriche, abstract, lessico e personaggi (file txt) (0 pagine formato txt)

Riassunto capitolo 18 Promessi sposi - Aggettivi - vocina fessa.
(pag.141). Figure retoriche - Climax " Renzo assente, sfrattato, bandito, di maniera che ogni cosa diventava lecita contro di lui " Pag.137. - Climax - Similitudine " s'incamminò verso il suo paesetto, desolata, confusa, sconcertata, come il povero cieco che avesse perduto il suo bastone. " Pag.132. - Similitudine " A segno che fino a un: io non posso niente in questo affare: detto talvolta per la pura verità, ma detto in modo che non gli era creduto, serviva ad accrescere il concetto, e quindi la realtà del suo potere: come quelle scatole che si vedono ancora in qualche bottega di speziale, con su certe parole arabe, e dentro non c'è nulla; ma servono a mantenere il credito alla bottega.


Pag.132. Abstract Il capitolo narra di quando Lucia e Agnese vengono a sapere dei fatti compiuti a Milano da Renzo e della sua fuga, e di Attilio che racconta allo zio del Consiglio Segreto ciò che avevano fatto Fra Cristoforo e Renzo nei confronti di Don Rodrigo.
Lessico - pag.138 - cerziorato - render certo qualcuno; usato nel linguaggio giuridico con il sign. di render consapevole uno dell'importanza dell'atto giuridico che si dispone a compiere u rifl., accertarsi di una cosa. - pag.140 - aspo - strumento per avvolgere fili per formare una matassa. - pag.143 - deferenza - riguardo, ossequio, estremo rispetto.