"I promessi sposi" cap 20

Appunto inviato da guismashing
/5

Analisi dettagliata con aggettivi, fig. retoriche, abstract, lessico, personaggi del capitolo 20°. (file txt) (0 pagine formato txt)

SCHEDA DEL LIBRO I PROMESSI SPOSI, CAPITOLO XX Aggettivi - mescuglio mostruoso (pag.158).
- visaccio severo (pag.158). Figure retoriche - Similitudine " Dall'alto del castellaccio, come l'aquila dal suo nido insanguinato " Pag.150. - Similitudine " Quella che, a gomiti e a giravolte, saliva al terribile domicilio, si spiegava davanti a chi guardasse di lassù, come un nastro serpeggiante " Pag.151. - Similitudine " A questo, l'innominato, come se un demonio nascosto nel suo cuore gliel avesse comandato, interruppe subitamente " Pag.154. - Similitudine " Gertrude, ritirata con Lucia nel suo parlatorio privato, le faceva più carezze dell'ordinario, e Lucia le riceveva e le contraccambiava con tenerezza crescente: come la pecora, tremolando senza timore sotto la mano del pastore che la palpa e la strascina mollemente, si volta a leccar quella mano; e non sa che, fuori della stalla, l'aspetta il macellaio, a cui il pastore l'ha venduta un momento prima " Pag.155 - Anafora " Accorata, affannata, atterrita sempre più nel vedere che le sue parole non facevano nessun colpo " Pag.158. Abstract Don Rodrigo convince l'Innominato a far rapire Lucia e così convinta anche Gertrude in qualche modo, catturano la giovane spaventatissima e la portano nel castello lontano e disperso nei boschi.
Lessico - pag.150 - ciglioni - margine rilevato, per lo più erboso, di un ruscello, di un fosso, di un dirupo. - pag.156 - ritrosia - l'essere ritroso; riluttanza.