Il Quattrocento: Umanesimo e Rinascimento

Appunto inviato da francy82
/5

Umanesimo e Rinascimento: riassunto sulle caratteristiche del periodo, la stampa, Pico della Mirandola, Poliziano, il poema cavalleresco del 1400, Boiardo e l'Orlando Innamorato, Pulci e Il Morgante (8 pagine formato doc)

UMANESIMO E RINASCIMENTO

Il quattrocento.

Premessa. La letteratura del 1400 è congiunta a quella del 1500 ed è abbastanza diversa da quella del Medioevo. Questa epoca che comprende il XV e XVI sec viene indicato con il termine di Rinascimento. Gli autori principali scrivono all’inizio del 1500.Il 1400 invece è un secolo che non offre grandi letterati e opere in Italia , ma vengono poste le basi per questo nuovo genere di letteratura.
TERMINI: UMANESIMO E RINASCIMENTO.
Per indicare la letteratura del XV sec fino al 1530 circa (perché nel 1527 ci fu il sacco di Roma e pose fine all’arte rinascimentale ) la critica ha utilizzato due termini: Umanesimo e Rinascimento. Sono in parte sinonimi e indicano il fenomeno culturale che, preparato in Italia da Petrarca, padre dell’Umanesimo, nel corso del 1400 e del primo trentennio del 1500 , abbracciò tutte le arti.
Si tratta di un fenomeno culturale vasto che nacque a Firenze alla fine del 1300 con l’opera di alcuni grandi artisti(Brunelleschi, Masaccio, Donatello) , coinvolse molti centri italiani tra cui Roma e raggiunse il suo apice alla fine del 1400 a Roma con l’opera di altri tre artisti: Michelangelo, Raffaello e Leonardo.

Umanesimo e Rinascimento: riassunto breve

UMANESIMO E RINASCIMENTO: RIASSUNTO

La cultura umanistica-rinascimentale nacque in Italia e si espanse in tutta Europa.
La parola Umanesimo deriva da humanae litterae e da humanitas, cioè dagli studi umanistici, letterali del mondo classico che vengono ritenuti fondamentali per la formazione culturale dell’uomo. La critica indica con Umanesimo prevalentemente un movimento culturale dell’inizio del 1400 che modificò in modo radicale la cultura del Medioevo. La parola Rinascimento deriva da rinascita della cultura classica dopo il Medioevo, il recupero dell’arte classica. I critica per Rinascimento intendono un periodo della civiltà europea dal XV al XVI sec; il concetto di Rinascimento è più ampio rispetto al concetto di Umanesimo. Il concetto di Umanesimo fu masso a punto dal critico tedesco Burchkardt che scrisse un libro nel 1860 dal titolo “La civiltà del Rinascimento in Italia”. Mentre il termine Medioevo è stato inventato a posteriori, i termini Umanesimo e Rinascimento nacquero in quel periodo.

Umanesimo e Rinascimento: riassunto di storia

UMANESIMO E RINASCIMENTO: STORIA

CARATTERISTICHE DI FONDO DELLA CIVILTA’ UMANISTICO- RINASCIMENTALE.
A) Il Classicismo: rapporto con l’antichità.
L’epoca rinascimentale è classicista perché si vogliono imitare i modelli classici. Si sviluppa il concetto fondamentale di ogni civiltà classica : la MIMESIS, imitazione principalmente della natura, forma più perfetta d’arte, delle opere classiche, considerate l’apice della bellezza. Nel Rinascimento si vogliono imitare i classici. Gli altri concetti sono la ricerca di una bellezza assoluta intesa come proporzione, armonia di una singola parte e di una parte per tutto, l’equilibrio, la regola, tutti canoni che nel Medioevo non erano seguiti...

2.    Poesia di Poliziano: è una ballata di endecasillabi, musicata con un ritornello; è una ballata di maggio. Il poeta si trova in un giardino, locus amenus, luogo che porta gioia e tranquillità.