Ricerca sugli sviluppi del teatro dall'antica Grecia ad oggi

Appunto inviato da vic87
/5

Accuratissima riflessione sul teatro: cos'è, la sua storia dalle tragedie e commedie greche ad oggi, approfondimenti sull'Edipo re di Sofocle, sull'Aulularia di Plauto, sul Macbeth di Shakespeare, sulla Locandiera di Goldoni, sul Così è (se vi pare) di Pi (0 pagine formato doc)

IL TEATRO Il Teatro Per molti secoli, prima che il cinema e la televisione entrassero a far parte della vita d'ogni uomo, il teatro era l'unica forma di spettacolo capace sia di divertire gli spettatori, sia di rappresentare i problemi e i sentimenti dell'animo umano.
Le prime rappresentazioni videro la luce nei teatri all'aperto dell'antica Grecia, dove ben tre tragedie e una commedia si susseguivano nell'arco di una giornata davanti ad un pubblico sempre numeroso ed attento. Anche i romani amavano gli spettacoli teatrali e numerosi sono i resti d'antichi teatri che ancora oggi possiamo ammirare nella nostra penisola. La crisi dell'impero romano e le successive invasioni barbariche provocarono poi una brusca interruzione dell'attività teatrale che per molti secoli rimase limitata a sporadiche rappresentazioni religiose eseguite all'interno di chiese.
Contemporaneamente a queste erano gli spettacoli dei comici che, spostandosi con i loro carrozzoni, proponevano le loro commedie nelle piazze e nelle sale dei palazzi signorili. Le commedie dei comici anticipano la straordinaria rinascita teatrale avvenuta nel Seicento in molti paesi europei. Nel Novecento, poi, il teatro verrà pian piano spodestato dal suo trono di protagonista dello spettacolo dalla venuta del cinema. Il teatro è in grado più d'altre forme artistiche di esprimere le tensioni, i sentimenti, i problemi dell'epoca in cui un'opera nasce. Conoscere il teatro leggendone i testi, ma soprattutto incontrandolo dal vivo, corrisponde, allora, ad andare più in profondità nella ricerca del significato della vita, a gustare il sapore della realtà. Che cos'è il teatro: La letteratura drammatica comprende tutte quelle opere in cui la storia non è raccontata, ma viene rappresentata dai personaggi che agiscono direttamente nella scena, imitando la realtà. Quando usiamo il termine teatro, però, ci riferiamo a più aspetti, che sono collegati tra loro, ma che è bene precisare e distinguere: Si chiama teatro l'edificio, lo spazio, in cui si svolgono le rappresentazioni drammatiche, che varia secondo i luoghi e gli ambienti culturali e che si è trasformato e diversificato col passare dei secoli. Il termine teatro indica poi gli spettacoli che si svolgono nello spazio teatrale. Lo spettacolo teatrale è composto non solo dalla rappresentazione scenica del testo scritto, ma anche da elementi non verbali, sia visivi, come la mimica, i gesti e i movimenti, l'organizzazione dello spazio, i costumi, la scena, le luci, sia uditivi, come le intonazioni della voce, le pause nel parlato, i rumori, la musica. Dello spettacolo fanno parte anche gli spettatori, i quali con la loro partecipazione, completano il circuito comunicativo che s'instaura con l'evento della rappresentazione. Con teatro s'intende un genere letterario, che comprende l'insieme di testi destinati ad essere rappresentati e recitati. Il teatro è costituito essenzialmente dalle parole pronunciate dagli attori e dai gesti che le accompagnano, mentre