Spesso il male di vivere ho incontrato: spiegazione e significato

Appunto inviato da boop
/5

Spesso il male di vivere ho incontrato: spiegazione e significato della poesia di Eugenio Montale (1 pagine formato doc)

SPESSO IL MALE DI VIVERE HO INCONTRATO: SPIEGAZIONE E SIGNIFICATO

Spesso il male di vivere ho incontrato: spiegazione.

In questa poesia Eugenio Montale fa riferimento alla più drammatica crisi spirituale dell’uomo moderno, in un mondo che pare sul punto di sgretolarsi e dissolversi. Il male di vivere del poeta genovese non rivisita una nota “malattia” romantica, ma è il tentativo di testimoniare il malessere, l’impotenza dell’uomo che sa di aver perso i suoi punti di riferimento storici e le sue basi conoscitive.

Eugenio Montale e Il male di vivere: poetica e significato della poesia


MALE DI VIVERE MONTALE SIGNIFICATO

Il male di vivere si presenta spesso nella vita del poeta, che tenta di spiegarlo dicendo che esso è presente anche nella natura (qui Montale si riallaccia al pessimismo cosmico di Leopardi).
Il poeta fa di tutto pur di allontanare le sofferenze della vita, al contrario di Foscolo e Leopardi che si tuffano nella profonda autocommiserazione e nel vittimismo cronico.
Il male di vivere si presenta anche nell’osservare un piccolo ruscello che viene strozzato e, producendo un rumore rauco, par che soffra; è presente nella foglia verdeggiante che poi si secca, si accartoccia e si sbriciola; appare in un cavallo stremato dal troppo faticare.

Spesso il male di vivere ho incontrato di Montale: commento poesia


IL MALE DI VIVERE SIGNIFICATO

Per poter superare il dolore non c’è altra possibilità che mostrare indifferenza (chiamata “divina” perché ci permette di non soffrire), come una statua inerte che si leva nel pomeriggio, come una nuvola passeggera o come un falco che vola alto nel cielo e lascia il dolore sotto di sé. La poesia è breve, formata da due quartine di endecasillabi, ad eccezione  dell’ultimo verso (formato da quattordici sillabe), rimati secondo lo schema ABBA, CDDA.

.