Storia del romanzo europeo e caratteristiche

Appunto inviato da jack90d
/5

Riassunto dettagliato sull'origine, evoluzione e caratteristiche generali del romanzo europeo: dai Sumeri ad oggi (4 pagine formato doc)

STORIA DEL ROMANZO EUROPEO

Introduzione al romanzo.

Romanzo: narrazione quantomai ampia condotta in prima o terza persona e le azioni sono ambientate in un ambiente storico o immaginario che può essere contemporaneo o ambientato nel passato.
Novella: molto più corta, meno strutturata e meno personaggi.
Nell’ 800 si fa fatica a distinguere questi due generi perché esistono il romanzi brevi e le novelle lunghe, come “L’amico ritrovato”.

Libertinismo e romanzo libertino: storia e significato

IL ROMANZO DELL'800

Storia del romanzo: Ha origini antichissime, persino nel mondo orientale con i Sumeri, gli Assiri e gli Egizi, dove però erano solo “racconti” di guerra o di religione, come la Bibbia, chiamati poi “romanzi” dai critici.
Nel mondo occidentale, i primi  a scrivere romanzi, furono i Greci tra la fine del II  e l’inizio del I secolo a.c. Il primo testo ritrovato è “Il romanzo di Nino”, i cui temi sono l’avventura e le storie d’amore, perché questi temi rispecchiavano i gusti delle classi che erano ormai annoiate dal Poema Epico.

Infatti, il genere epico narra imprese di eroi  e semidei con antenati mitici, e di conseguenza sono espressione di una cultura aristocratica, perché quest’ultimi si rivedono in questi valori.
La società evolvendosi non si rivede più in quei valori, ma si rivede nell’avventura e nelle storie d’amore.
Oltre al romanzo, al popolo piaceva molto anche la “Commedia” , perché i protagonisti erano gente comune con problemi comuni.
Per tutti questi motivi, nel mondo antico, il romanzo e la novella vengono adottati dal popolo e non  dai dotti, che li consideravano “Letteratura bassa” perché leggendoli, ci si divertiva solo senza imparare niente.Nel mondo latino troviamo il famoso romanzo “Satyricon” di Petronio nel I sec. a.C. e la “Metamorfosi” di Apuleio.

Riassunto della storia del romanzo

ROMANZO CARATTERISTICHE GENERALI

I Greci e i Latini, non chiamavano però quelle narrazioni “romanzo”, ma “Storie”, “Racconti mitici”, “Racconti drammatici” a seconda del tema trattato.
L’ origine del termine “romanzo” deriva dal latino “Romanicae loqui” che significa “parlare in lingua latina”. Infatti per i Latini era importantissimo parlare in latino, perché chi non lo parlava era considerato “barbaro”.
Con le invasioni barbariche, la lingua si evolve, passando dal “latino puro” al “volgare”. La lingua dei dotti resta sempre il latino, mentre per i poveri, diventa il volgare. Il termine “romanicae” si trasforma così i “Romanz” dal quale deriva il nostro “Romanzo”. 
Il volgare è la lingua dei “Romanzi cavallereschi” , che sono lunghe narrazioni, inizialmente in versi, con tema principale le avventure e le storie sentimentali di un eroe: quindi il romanzo cavalleresco deriva dal poema epico. Inoltre è scritto in volgare ed è indirizzato ad un pubblico che vive all’interno delle corti o dei castelli , verrà infatti chiamato anche “Romanzo cortese”.

Il romanzo del 700: tipologie e caratteristiche

ORIGINE DEL ROMANZO EUROPEO

Il romanzo cortese è un romanzo di intrattenimento ma allo stesso tempo esprime valori e ideologie che appartengono alla classe dei “ Cavalieri” : esponente di una piccola nobiltà che non ha né terre né feudi. I figli maggiori ricevevano l'eredità, gli altri si mettevano al servizio di un signore e con la cerimonia di investitura diventavano “protettori” del signore che li manteneva all'interno della propria corte.
Infatti i giovani cavalieri partivano l'avventura per conquistare terre per il proprio padrone e un proprio ruolo nella società. Quindi il tema principale dei romanzi cavallereschi è la avventura.