La fattoria degli animali

Appunto inviato da zmxn
/5

Autore, opere, spazio e tempo, tematiche, ambiente, caratteri dell' esordio e della conclusione(formato txt) (0 pagine formato txt)

Emanuele Parrinello cl 2 CLST 1/2000 RELAZIONE DEL TESTO DI NARRATIVA Autore: George Orwell Titolo: La fattoria degli animali Editore: Arnoldo Mondadori PERIODO STORICO I fatti si svolgono nei primi anni del ventesimo secolo.
L epoca non è specificata nel romanzo ma è desumibile dalla presenza dell elettricità. AMBIENTE GEOGRAFICO Il romanzo è ambientato alla Fattoria Padronale. Essa è situata a Wallington (nella campagna inglese dell Hertfordshire, a metà strada fra Londra e Cambrige). Il luogo esiste realmente ed è la Bury Farm, dove lo scrittore visse ed ebbe l ispirazione. La fattoria è costituita da una casa colonica, una stalla, un granaio e svariati campi.
CONTENUTO DELL OPERA Una notte il Vecchio maggiore, il maiale più vecchio della fattoria di Jones, parlò agli altri animali di una sua teoria secondo cui la causa dei loro mali era l uomo. Egli li sfruttava, li lasciava patire la fame e una volta vecchi li uccideva. Quindi egli previde una Rivoluzione con cui gli animali si sarebbero liberati. Egli insegnò agli animali un canto "Animali d Inghilterra" che - 1- esprimeva il sentimento di desiderio di eliminare la tirannia dell uomo. Dopo la morte del Vecchio Maggiore gli animali cominciarono discutere dei suoi insegnamenti e i maiali lo raccolsero sotto forma di massime con il nome di Animalismo. La Rivoluzione si verificò prima del previsto. Un giorno gli animali erano stati lasciati denutriti più del solito e si cibarono illegalmente; allora sottoposti alle maltrattazioni padronali si ribellarono e scacciarono Jones. Il giorno dopo vi furono festeggiamenti e furono scritti i Sette Comandamenti. A dirigere la fattoria erano i maiali Palla di Neve e Napoleon. Gli animali, ora che lavoravano per se stessi lavoravano con più entusiamo e la prima annata fu ottima. Intanto la notizia della Fattoria gestita dagli Animali si era diffusa in Inghliterra e i fattori erano in panico. Un giorno Jones e altri agricoltori tentarono di riprendere la Fattoria degli Animali ma le bestie resisterono valorosamente. Col tempo però iniziarono le discordie fra Palla di Neve e Napoleon. Quest ultimo tendeva sempre a agire di testa propria e a contraddire il suo collega. Col tempo le cose cominciarono a peggiorare: i raccolti erano sempre più scarsi e gli animali dovevano lavorare sempre di più per la costruzione di un mulino progettato da Palla di Neve. Ma Napoleon con l aiuto dei cani costrinse quest ultimo alla fuga e assunse il pieno controllo della fattoria. Gli animali dovettero aumentare la loro dose di lavoro e avevano cibo sempre più scarso; tuttavia però erano felici perchè faticavano per se stessi e la vita era migliore rispetto ai tempi di Jones. I maiali e i cani invece godevano di privilegi sempre maggiori; le altre bestie però venivano persuase dal maiale Clarinetto che il lavoro di amministrazione era il più difficile e importante. Egli le convinse anche del fatto che Palla di Neve era un traditore e che si introduceva nella fattoria di nascosto