Assassinio sul Canadian Express

Appunto inviato da gioextreme84
/5

Relazione del libro "Assassinio sul Canadian Express" di Eric Wilson.(1 pagina, formato word) (0 pagine formato doc)

Marcuccio Giorgio SCHEDA DI LETTURA DATI EDITORIALI: Autore: Eric Wilson Titolo: Assassinio sul “Canadian-Express” Luogo di pubblicazione: Casale Monferrato (AL) Editore: Piemme Data di edizione: 1993 Genere: poliziesco Breve presentazione dell'autore: Eric Wilson, nato ad Ottawa nel 1940, è un famoso scrittore canadese che oggi insegna inglese e matematica alla “University of British Columbia”.
Inoltre collabora con diverse riviste ed è da parecchi anni che scrive libri per ragazzi. Presentazione e analisi dei personaggi principali: il protagonista è Tom Austen, un ragazzo canadese che ha appena terminato la scuola e che intraprende un viaggio per arrivare a British Columbia dove lo aspettano i suoi nonni per passare le vacanze. È un giovane attivo, con molti impegni e che ha sempre voglia di divertirsi e di far qualcosa; una delle sue passioni è quella di leggere le storie dei fratelli Hardy, due infallibili detective, e perciò il suo sogno è quello di diventare un agente segreto bravo come loro.
Altri due personaggi principali sono Dietmar, un ragazzo molto burlone e dispettoso che accompagnò Tom nel suo viaggio e Mrs. Ruggles, una donna travestita da anziana. Analisi dell'ambiente e del tempo: la vicenda si svolge sul transcontinentale “Canadian-Express”, un treno molto di lusso che parte quotidianamente da Montreal e che percorre 4633Km per raggiungere Vancouver. La storia dura 3 giorni. Esposizione sintetica della vicenda: Tom Austen, un ragazzo canadese, intraprese un viaggio della durata di tre giorni per raggiungere a Vancouver i suoi nonni; il suo compagno di viaggio è Dietmar, un giovane compagno di scuola che Tom odia abbastanza. Il primo giorno di viaggio passò con tranquillità; Tom chiacchierò con Dietmar e con altri passeggeri e conobbe una bellissima donna sposata, che era stata anche attrice, e un'anziana signora di nome Mrs. Ruggles, che passava il tempo offrendo torroncini a tutti. La seconda notte di viaggio, però, il marito della graziosa donna venne trovato con un coltello insanguinato in mano accanto alla moglie sdraiata a terra morta. Tom, appassionato di romanzi gialli, decise di indagare poiché non era convinto della colpevolezza di quell'uomo, che oltretutto gli era simpatico. I suoi sospetti caddero su un tipo stravagante che portava con sé una valigetta, ma per pura casualità, ovvero chiacchierando con Mrs. Ruggles, si accorse che l'assassino era proprio lì accanto a lui. Mrs. Ruggles, allora, tirò fuori la sua revolver e raccontò tutto al giovane, mostrandogli anche il suo vero viso. La “falsa” anziana decise dunque di uccidere il ragazzo; dopo una lunghissima lotta fra i due (erano pure caduti giù dal treno) due operai ferroviari accorsero in aiuto di Tom e portarono l'assassina alla polizia. Tom venne, così, considerato dai passeggeri del “Canadian-Express” un piccolo eroe ed un infallibile detective. Linguaggio usato: il lessico usato è di facile compren