"Il diario di Jorg"

Appunto inviato da leogin
/5

Appunto su "Il diario di Jorg" di Giuseppe Pederiali.(file.txt, 4 pag) (0 pagine formato txt)

"Il diario di Jorg" di Giuseppe Pederiali TITOLO: "Il diario di Jorg" AUTORE: Giuseppe Pederiali.
GENERE: Romanzo sulla seconda guerra mondiale; racconto realistico; storico. CONTENUTO IN BREVE: Jorg è un ragazzino tedesco di tredici anni, figlio di un ufficiale tedesco delle SS. Egli è molto orgoglioso del lavoro del padre fino a quando alcuni episodi iniziano a far vacillare la sua impressione del padre. In un primo tempo Jorg è fiero del lavoro del padre, ma in un secondo tempo egli capisce che le SS sono un "armata di distruzione" per via delle atrocità fatte agli Ebrei. La parte finale vede la Germania perdere la guerra, ed il padre di Jorg deve scappare per non farsi catturare.
Morì qualche tempo dopo, per Jorg egli morì quando diventò ufficiale delle SS. PERSONAGGI: Jorg: ragazzino tedesco di tredici anni e molto fiero del padre fino a quando non inizia a capire lorribile lavoro del padre. Dalliniziale stima che aveva nei suoi confronti la sua considerazione diminuisce con il passare del tempo. Ci ha colpito la frase con cui si chiude il libro : " Per me mio padre è davvero morto; e lo sarà se tornerà a casa. personaggi secondari; Padre: ufficiale delle SS spera che il figlio segua il suo cammino e per questo non lo informa delle atrocità che commette. Gli amici: anche loro figli di un SS non sono al corrente di niente e si divertono a giocare allaperto, ignorando quello che succede a pochi passi da loro. AMBIENTE E TEMPO: in quale epoca è ambientata la vicenda; La vicenda si svolge durante la seconda guerra mondiale allinizio delle persecuzioni degli Ebrei da parte dei Tedeschi e delle SS. La vicenda si svolge inizialmente a Monaco. Poi ad Auschwitz ed infine a Celle. Tutti e tre gli spostamenti sono dovuti al lavoro del padre. SCHEMA NARRATIVO O TRAMA: a) Jorg è un ragazzino tedesco di tredici anni, figlio di un ufficiale di alto grado delle SS. Jorg è molto orgoglioso del lavoro del padre, fino a quando alcuni episodi iniziano a far vacillare la sua impressione del padre. b) La visita dello zio Klaus rese molto felice Jorg, non per la presenza di suo zio, ma per i tre regali: due libri ed un diario, che iniziò a scrivere la sera stessa prima di andare a dormire. Jorg è molto fiero di suo padre, soprattutto per il lavoro che egli svolge. E infatti un alto ufficiale delle SS, e Jorg non riesce a smettere di ammirare la sua splendida divisa nera cosparsa di spille varie. Lui spera sempre di riuscire a raggiungere e superare il grado raggiunto da suo padre. Per ora fa parte dei DJ, sigla tedesca che sta per indicare i Giovani Tedeschi. Quando parla delle mattinate trascorse a scuola si può vedere come in ogni materia ci sia un riferimento al nazismo per non parlare della sua materia preferita "scienze razziali", dove insegnavano come scegliersi un giusto coniuge, come riconoscere un ebreo se non ha la stella e cose simili.Per far capire anche quanto Jorg sapesse del lavoro di suo padre si può dire che egli gli aveva detto che Dachau, il cam