"Infinito numero"

Appunto inviato da akiresat
/5

Scheda completa di trama, personaggi, tempo, luoghi, figure retoriche, ecc. del romanzo di Sebastiano Vassalli. (file.doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

Infinito numero INFINITO NUMERO.
di S. Vassalli SCHEDA DI LETTURA: GENERE: Il genere del libro è il romanzo. Più precisamente si tratta del romanzo storico ambientato nella Roma imperiale. FABULA E INTRECCIO: A)Il libro racconta di Timodemo, uno giovane schiavo nato e cresciuto in Grecia che viene portato in Italia dal suo padrone e che viene venduto al mercato di Napoli ad un poeta: Virgilio. Timodemo dopo essere stato fatto liberto da Virgilio diverrà ben presto l'unico vero amico e accompagnatore ufficiale del sommo poeta potendo così assistere a fatti e avvenimenti eccezionali. Conoscerà inoltre personaggi importantissimi dell'epoca di Virgilio come il ricco etrusco Mecenate protettore di artisti a Roma e Ottaviano Augusto che commissionerà a Virgilio un poema per creare il mito delle origini di Roma.
Per la stesura dell'Eneide Virgilio, Timodemo e Mecenate raggiungeranno l'Etruria e la città sacra di Rasna alla ricerca del sacerdote di Velthune che svelerà loro la verità riguardo le origini di Roma. B)Fabula e intreccio non coincidono, perché il libro è come un grande flashback al cui interno ci delle prolessi che anticipano eventi futuri. Inoltre nel viaggio all'interno del Tempio di Mantus non è possibile stabilire una sequenza cronologica degli avvenimenti per il fatto che avviene in una dimensione senza tempo. PERSONAGGI: Principali, ossia Timodemo, un greco venduto come schiavo al mercato di Napoli, protagonista della storia, e il suo padrone-amico, il sommo poeta Virgilio. Entrambi sono presentati in modo diretto e caratterizzati psicologicamente, socialmente, culturalmente e ideologicamente. Secondari, ossia Mecenate, (un ricco etrusco protettore di molti artisti a Roma) Ottaviano Augusto (amico di Mecenate e colui che commissionerà la composizione dell'Eneide a Virgilio) e il sacerdote di Velthune (un sacerdote che insegnerà molte cose a Timodemo, Virgilio e Mecenate) che sono presentati in modo diretto e caratterizzati culturalmente, psicologicamente, socialmente e ideologicamente. LUOGHI DELLA NARRAZIONE: Sono quasi sempre esterni. La vicenda si svolge prima in Grecia, poi in Italia a Roma, a Napoli e nell'Etruria. Successivamente il centro dell'azione si sposta nuovamente in Grecia fino a concludersi ancora in Italia in Puglia. Le descrizioni, effettuate dal narratore, sono brevi e intervallate. TEMPO: La durata complessiva della vicenda narrata è di alcuni anni della vita di Timodemo, un periodo che parte dagli ultimi anni delle guerre civili e giunge fino all'inizio dell'età imperiale. Sono presenti tecniche connesse alla durata della storia come: _scene (sono, infatti, numerose le sequenze dialogate). _prolessi (per dare anticipazioni riguardo ad avvenimenti futuri). IL NARRATORE. Il narratore è un personaggio della storia (Timodemo). Il narratore racconta come interno alla storia. La narrazione avviene in prima persona. Il punto di vista del narratore è a focalizzazione zero o onnisciente (il narratore, infatti, narra la stor