Storia della Corea: riassunto

Appunto inviato da loredushku
/5

Riassunto del libro di Maurizio Riotto: Storia della Corea (7 pagine formato doc)

STORIA DELLA COREA: RIASSUNTO

Storia della Corea.

Primo Capitolo. Il territorio. Il nome Korea deriva molto probabilmente da Koryo, il regno retto dalla dinastia Wang che regnava all’epoca delle testimonianze di Marco Polo. Le sue coste occidentali sono molto frastagliate ed offrono ancoraggi per le navi sin dall’antichità; il clima è di tipo continentale, con frequenti tifoni sul finire dell’estate che interessano il meridione. Le vette non superano i 2000m d’altitudine e l’erosione ha modellato il territorio privo di rilevanti fenomeni vulcanici.
Il fiume più lungo è lo Yalu (chiamato Amnok in patria).
Il territorio è amministrativamente diviso in otto regioni.
Il mito. In Corea non ci sono dei veri e propri miti di creazione del mondo ma piuttosto vari miti di fondazione dei regni. Il più noto è illustrato dal Samguk Yusa (Testimonianze storiche dei Tre Regni) e riguarda Tang’un. La simbologia di questo mito potrebbe offrirci qualche dato storico; ad esempio la vittoria dell’orsa sulla tigre simboleggerebbe dei conflitti tribali.
I miti dei tre regni di Koguryo, Silla e Kaya mostrano la nascita del capostipite da un uovo mentre in quello di Paekche esso proviene dal nord, dal regno di Puyo.

Guerra di Corea: paesi partecipanti e riassunto

STORIA DELLA COREA DEL SUD

Storia antica. Le fonti storiche ed i reperti archeologici non aiutano a gettar luce sulle origini del popolo coreano anche se si può ipotizzare che ad una matrice centroasiatica (turca/mongola) si sia accostata una meridionale già sedentaria da tempi antecedenti. I primi rapporti col Giappone risalgono alla fine del I millennio a.C. al I millennio d.C. e l’ipotesi che buona parte degli abitanti del Kyushu fossero culturalmente identici ai coreani è plausibile.
Secondo Capitolo: Preistoria e Protostoria.
Paleolitico. I risultati riguardanti questo periodo sono pochi e controversi ma si può affermare che l’uomo fece la propria comparsa in Corea circa 600mila anni fa, quando l’uomo viveva ancora in modo nomade, di caccia e raccolta. Numerosi esempi di manufatti in pietra sono emersi del medio e tardo Paleolitico come strumenti da caccia simili alle bolas, risalenti a circa 32mila anni fa.
Neolitico. Le prime tracce neolitiche vengono fatte risalire al VI secolo a.C. Il prodotto caratteristico di questa epoca è la ceramica con decorazione “a pettine”, la cui probabile destinazione era quella di contenere granaglie. Gli insediamenti umani si trovano lungo i fiumi e sulle coste, nelle cui vicinanze si sono formati grandi cumuli di residui di conchiglie, consumate dagli abitanti.

STORIA DELLA COREA DEL NORD

I villaggi erano costituiti da capanne seminterrate circolari, le tombe erano a fossa. Si ritrovano tentativi di raffigurazione umana in osso o argilla, poco chiara è l’entità dei rapporti con le isole giapponesi. Il periodo Neolitico procede senza stravolgimenti fino alla fine del II millennio a.C. quando si verifica un cambiamento nel tipo di capanne che cominciano a presentare un basamento quadrangolare ed una ceramica acroma e rozza. Ciò lascia pensare ad una nuova cultura proveniente dalla Manciuria o dalla Cina nord-orientale.