Breve storia della lingua italiana: riassunto

Appunto inviato da duni
/5

riassunto completo dell'opera di Marazzini "Breve storia della lingua italiana" (23 pagine formato doc)

Breve storia della lingua italiana: riassunto - LA LINGUA ITALIANA: STORIA, TESTI, STRUMENTI – Marazzini
L’italiano, oltre che nel territorio della Repubblica italiana, è parlato anche a S.Marino, nel Vaticano, in alcuni Cantoni della Svizzera, in zone della Slovenia e della Croazia.
Inoltre esistono comunità di emigrati italiani in tutto il mondo. Entro i confini della Repubblica italiana si parlano poi altre lingue minoritarie; si parla di “penisole” o “propaggini” di alloglotti quando aree linguistiche confinanti si estendono anche all’interno del nostro territorio nazionale; si parla invece di “isole linguistiche” o “colonie” per indicare comunità di alloglotti molto piccole e isolate.

Leggi anche L'evoluzione della lingua italiana

In alcune zone del Piemonte si parla il provenzale, che si ritrova anche in Calabria, mentre in Valle d’Aosta si parla il franco-provenzale, presente anche in due colonie della Puglia. Il ladino non è un semplice dialetto, tanto che in Svizzera è una delle lingue ufficiali, e in Italia viene non solo parlato nelle valli alpine dolomitiche, ma viene anche insegnato in alcune scuole.
Il sardo può essere considerato una vera e propria lingua ed è parlato da circa un milione e mezzo di persone.

Leggi anche Appunti di linguistica italiana

Grande importanza hanno le comunità che parlano il dialetto tedesco, le quali chiamano il loro territorio Sud Tirolo, con evidente rovesciamento della prospettiva italocentrica; in provincia di Bolzano la toponomastica è bilingue. In Calabria e in Puglia troviamo due isole linguistiche greche. In Sicilia è presente un grosso centro chiamato Piana degli Albanesi, in cui vive appunto una comunità di albanesi.  Infine rientra in un flusso tradizionale e antico la presenza degli zingari.