La generazione del 1914 e l'Edad de la Plata

Appunto inviato da maunaloa
/5

Schema riassuntivo sulla generazione del 1914 (avanguardismo spagnolo e letteratura sociale) e l'Edad de la Plata e appunti su Ruben Dario e Antonio Machado. (5 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

LA GENERAZIONE DEL 1914 LA GENERAZIONE DEL 1914 il suo inizio è segnato dalla fine del primo conflitto mondiale.
Fu una sorta di ponte fra modernismo (che si identifica con simbolismo francese e decadentismo italiano) ed avanguardismo (comune a tutto il resto d'Europa) sebbene la sua collocazione non sia così semplice a causa dell'estraneità al conflitto della Spagna. già da qualche anno prima che scoppiasse la guerra il modernismo sembrava fori moda e tutto pareva avvicinarsi alle mode europee, non con un cambiamento radicale, ma inserendosi in una serie di manifestazioni ideologiche che avrebbero guidato il Novecento in modo più razionale. l'intellettuale si sente ancora privilegiato ed in grado di poter cambiare la società ma, dopo Cuba e la Tragica settimana di Barcellona, si trovò a doversi adattare ad una Spagna diversa, che richiedeva nuovi intellettuali e, sebbene i modernisti cambiarono progressivamente il loro stile letterario, non mutarono mai l'individualismo ed il nichilismo che li caratterizzavano.
Maeztu invece (ed altri saggisti) percepirono la tendenza dei giovani intellettuali ad eliminare i vari individualismi. Robert Wohl afferma che la gen del 14 ,grazie alla fede nella ragione, vuole liberarsi dalle selezioni dell'individualismo. sebbene il prestigio dei modernisti non fosse diminuito nei confronti della nazione, la nuova generazione di intellettuali già li criticava per il loro eccessivo protagonismo, per la fede nell'improvvisazione e sul genio, piuttosto che sulla pianificazione e sullo sforzo costante, cioè di quello che secondo loro era necessario alla nazione. Più che di ammonizioni la Spagna e gli spagnoli avevano bisogno di chiari cammini da seguire. anche l'università si modernizza. Nasce la JAE atta ad incrementare il numero di studenti all'estero ed a sovvenzionare progetti vari. Fu definita da Tunon come una presenza più fondamentale di quella della gen del 98. le parole chiave della nuova generazione erano scienza e tecnica, il concetto prevale sull'intuizione e la cultura sul genio. apre la Resi, in cui l'amore per le culture straniere conviveva con la tradizione spagnola. la gen del 14 non fu, dal punto di vista letterario, migliore rispetto a quella del 98 ma provvide ad approfondire i vari rami della conoscenza scientifica ed umanistica. ( Es. Garcia Morente e Ortega = sferzata alla filosofia, Menendez Pidal = Centro de Estudios Historicos, premio nobel Ramon y Cajal, i fratelli Machado e Jimenez la cui poesia si purifica). l'intelligenza annuncia un nuovo credo poetico verso la professionalizzazione delle materie umanistiche : solo saggista, solo romanziere, solo poeta. (Ortega chiederà ai suoi studenti di studiare solo ed esclusivamente filosofia) LA CULTURA SPAGNOLA FRA PUREZZA E RIVOLUZIONE. 1920- 36 Il periodo 1900-36 fu caratterizzato da un'ascesa in tutti i campi, questo periodo fu definito Edad de la Plata. la fama di Einstein si diffuse velocemente in Spagna, grazie alla eco di giornali, alle notiz