Piano cartesiano

Appunto inviato da fatapinkosa
/5

Variabile, origine, asse delle ordinate, asse delle ascisse, rappresentazioni di figure, retta orientata o asse, ascissa (2 pagine formato doc)

Due rette orientate fra loro perpendicolari si dicono assi cartesiani: essi dividono il piano in quattro quadranti.

Fissata un'unità di misura sugli assi, ad ogni punto P del piano corrispondono due numeri, ascissa e ordinata di P, che si dicono coordinate cartesiane ortogonali di P.
Viceversa ad ogni coppia di numeri corrisponde uno ed un solo punto P del piano. L'origine degli assi viene chiamato solitamente punto O, e ha ascisse e ordinate nulle.

LA VARIABILE è un'entità matematica che varia.

Sul piano cartesiano si tratta o di ascissa o di ordinata, quindi o di x o di y.

- Funzione esplicitata rispetto alla y [y=f(x)]
Si legge "y funzione di x"
In questo caso chi comanda è la x che prende il nome di "variabile indipendente", quindi la y che dipende dalla x è la "variabile dipendente".

- Funzione esplicitata rispetto alla x [x=f(y)]
Si legge "x funzione di y"
In questo caso la "variabile indipendente" è la y, mentre la "variabile dipendente" è la x.

- Funzione implicita [f(x,y)=0]
Si legge "funzione di x ed y = 0"
Entrambe le variabili concorrono a creare un legame che in fin dei conti da 0..