Dimensionamento e/o verifica di un tirante

Appunto inviato da mirko359
/5

Teoria ed esempi per il dimensionamento e/o la verifica di un tirante (3 pagine formato doc)

Untitled DIMENSIONAMENTO e/o VERIFICA DI UN TIRANTE DIMENSIONARE una trave significa progettarla (nel caso della trazione significa determinare l'area A della sezione trasversale della trave stessa).
VERIFICARE una trave significa accertarsi che la tensione al suo interno sia inferiore ad un valore massimo stabilito In figura è rappresentata una trave AB sottoposta ad un carico esterno P (di trazione). La trave AB è tesa (N = P>0); per questo motivo si chiama TIRANTE N è la caratteristica di sollecitazione di sforzo normale. N>0 trave tesa (tirante) N0); supporremo inoltre che il carico esterno P sia applicato in maniera “quasi statica” (ci riferiremo cioè a sollecitazioni statiche). DEFINIZIONI PRINCIPALI P carico esterno (forza di trazione) [N; kgf; t] A area della sezione trasversale del tirante [mm2; cm2; ecc.] σ = P/A tensione interna del tirante [N/mm2; kgf/mm2; ecc.] σR carico unitario di rottura del materiale di cui è costituito il tirante.
È una proprietà meccanica del materiale; viene ricavato dalla prova di trazione statica. Ogni materiale ha il suo carico di rottura. σam carico di sicurezza o tensione ammissibile. Viene definito attraverso il coefficiente di sicurezza S (σR/S = σam). Definisce al carico unitario di esercizio, cioè la tensione massima di progetto. S coefficiente di sicurezza (grandezza dimensionale). S = σR/σam [maggiore è S, maggiore è il margine di sicurezza] σ = E * ? E = modulo di elasticità (o modulo di Young) ? = deformazione = ?L/L ?L = allungamento del tirante L = lunghezza iniziale del tirante P/A = E * (?L/L) ?L = P*L ?L = Lf-Li E*A P/A 1 [SEMPRE]