Sindrome mediastinica

Appunto inviato da tottinhavera
/5

Appunti sbobinati relativamente alla lezione Patologia sist. 2 (App. respiratoria, chirurgia), presso l'Università Cattolica (Roma):"E’ la sindrome clinica caratterizzata da segni e sintomi di compressione variamente associati, causata dalla presenza nel (0 pagine formato doc)

11 maggio 2001 La sindrome mediastinica Definizione E' la sindrome clinica caratterizzata da segni e sintomi di compressione variamente associati, causata dalla presenza nel mediastino di processi tumorali o infiammatori.
Il mediastino è tutto ciò che è compreso tra le pleure mediastiniche lateralmente, la fascia pre-vertebrale e la colonna vertebrale posteriormente, lo sterno anteriormente, il diaframma inferiormente. In realtà in tutto ciò si include anche il cuore, anche se di esso non ci occupiamo in questa sede (non è campo del chirurgo toracico, che si occupa di tutto il torace tranne il cuore, ma del cardio-chirurgo). Il mediastino è dunque lo spazio mediano della cavità toracica ed è compreso tra le due pleure.
Delimitazione del mediastino: - laterale: pleure mediastiniche - anteriore: sterno - posteriore: fascia pre-vertebrale - inferiore: diaframma Manifestazioni cliniche Qualsiasi cosa che dia una compressione o un'infiltrazione delle strutture del mediastino può dare dei segni o dei sintomi che sono inclusi in quella che è la sindrome mediastinica. Nel mediastino ci sono molte strutture che possono venire interessate. Partendo dallo sterno, subito dietro esso troviamo il timo, che nei bambini è leggermente più grande che negli adulti; dietro al timo troviamo i grossi vasi soprattutto venosi (la vena anonima di sx che incrocia, la vena anonima di dx che è più piccola, e i rami partenti dall'arco dell'aorta); dietro i grossi vasi troviamo la trachea, e dietro essa l'esofago. Lateralmente, corrono due coppie di nervi nel mediastino: posteriormente i nervi vaghi, e più anteriormente i nervi frenici. Inoltre, il mediastino è anche ricco di linfonodi: i linfonodi mediastinici sono normalmente presenti, anche in ambito non patologico, e sono soprattutto rappresentati a livello para-tracheale (intorno alla trachea ci sono molte stazioni linfonodali). Qualsiasi tumore o processo infiammatorio (ma più spesso tumore) che interessi una qualunque di queste strutture e che vada a comprimere o ad infiltrare le altre strutture del mediastino può dare un quadro di sindrome mediastinica. Compressione tracheale o tracheo-bronchiale Se c'è un processo infiammatorio o un tumore che coinvolge la trachea, il paziente avrà: continua dispnea ? il paziente inizialmente avrà solo una ad eccessi modesta sensazione di dispnea, poi, se questo processo tenderà ad infiltrare, il paziente presenterà il chiaro quadro, che visto una volta non lo si dimentica più, del “tirage” e “cornage”, con il paziente che emette dei rumori terribili mentre cerca di respirare… “tirage” (rientramento inspiratorio degli spazi intercostali); “cornage” (rumore aspro da stenosi); tosse (di tipo irritativi, sempre presente quando c'è qualcosa che va a comprimere la trachea e i bronchi). Compressione del nervo vago Se invece l'infiltrazione/compressione riguarda il nervo vago, il paziente può avere varie conseguenze: spasmo della glott