I Batteri

Appunto inviato da stefbe
/5

Appunti su biologia generale dei batteri, patogenesi di infezioni comuni e loro terapia. (11 pagine formato doc)

I BATTERI I BATTERI Sono microrganismi di natura cellulare poiché presentano alcune delle strutture tipiche della cellula, ma sono anche organismi molto semplici, poiché sono privi di alcune delle strutture tipiche delle cellule eucariotiche.
Hanno dimensioni dell'ordine di grandezza del ?m, per cui sono visibili anche al microscopio ottico. Possono assumere varie forme, in particolare possono essere cocchi (a forma sferica), bacilli (a forma di bastoncino), spirilli (a forma elicoidale). I batteri possono poi aggregarsi in varie strutture che prendono nomi diversi a seconda della loro morfologia: diplococchi (associazione di due batteri), streptococchi (i batteri si associano per formare una catenella), stafilococchi (i batteri si associano costituendo una particolare struttura a grappolo). I batteri presentano poi alcune strutture essenziali per la loro esistenza ed altre strutture accessorie.
Fra le strutture essenziali sono da ricordare: Il DNA, raccolto in unico cromosoma a doppia elica circolare, che nella cellula si ritrova in forma superavvolta. Alcuni tratti possono essere legati alla membrana plasmatica; ciò ha senso dal momento che a questo livello si localizzano tutti gli enzimi necessari per il metabolismo cellulare, compresi quelli per la replicazione e la trascrizione del DNA. Si hanno poi sequenze geniche separate dal cromosoma, chiamate plasmidi; tali strutture sono importanti dal momento che sono proprio esse le parti di genoma batterico ad essere trasferite durante la riproduzione sessuata ed è proprio la variabilità conferita da queste strutture a determinare, in alcuni casi, la formazione di ceppi resistenti ai farmaci o ai disinfettanti. Si hanno poi i ribosomi, diversi da quelli delle cellule eucariotiche per via di sostanziali differenze nella composizione, sia per quanto riguarda l'RNA ribosomiale, sia per quanto riguarda la componente proteica. Il loro coefficiente di sedimentazione è di 70s, con la subunità minore di 30s e la maggiore di 50s. Si trovano liberi nel citoplasma. La membrana plasmatica batterica è molto simile a quella delle cellule eucariotiche dal momento che anch'essa è costituita da fosfolipidi e proteine con funzioni di trasporto ed enzimatiche. L'unica differenza sta nel fatto che nella membrana plasmatica batterica mancano gli steroli. La parete è l'ultima delle strutture essenziali. È rigida e ciò le permette di avere due importanti funzioni: la prima è quella di impedire la lisi della cellula a causa di un eccessivo assorbimento d'acqua, la seconda è quella di proteggerla da agenti esterni pericoloso i tossici. La rigidità è conferita da una particolare sostanza chiamata peptidoglicano, la quale è un polimero formato da monomeri fra di loro simili. Ciascun monomero è costituito da due ammino-zuccheri chiamati NAM e NAG; al NAM è legata una corta catena di 5 aminoacidi in cui il primo è sempre una L-Ala, mentre il quarto ed il quinto sono D-Ala. NAM e NAG sono legati fra loro a costituire il monome