Antivirali e vaccini

Appunto inviato da neya91
/5

Appunti con immagini e slides a colori sullo sviluppo delle pratiche antivirali, i meccanismi di azione e approfondimenti sui vaccini e la loro evoluzione. Molto utili per lo studio della microbiologia generale (6 pagine formato doc)

I FARMACI ANTIVIRALI:
Al giorno d'oggi sono ancora pochi i farmaci antivirali a disposizione, questa carenza è legata al fatto che i virus non possiedono una vita autonoma al di fuori delle cellula ospite, sono infatti parassiti endocellulari obbilgati, non in grado di sopravvivere per lungo tempo all'esterno dell'ospite, di cui sfruttano il macchinario metabolico per replicarsi.

I FARMACI ANTIVIRALI E I PROTISTI (Clicca qui >>)

Alla luce di queste mancanze i farmaci antivirali non sono in grado di esprimere la loro tossicità selettiva nei confronti di target specifici: spesso alla loro somministrazione seguono intossicazioni delle stesse cellule ospiti, verso cui non riescono a discriminare rispetto all'agente virale infettante.


FARMACOLOGIA GENERALE (Clicca qui >>)

Un ulteriore problema circa l'utilizzo di questi farmaci si è manifestato per i virus a RNA, in grado di replicarsi rapidamente e quindi di mutare con maggiore frequenza; l'aumento della pressione selettiva induce inoltre lo sviluppo marcato della farmaco resistenza ( i farmaci antivirali per l'HIV sono altamente MDR.

APPUNTI DI FARMACOLOGIA (Clicca qui >>)

Diverse sono le strategie su cui ci si basa oggi nello sviluppo dei farmaci antivirali:
 - blocco dei recettori sul caspide virale\envelope: c'è induzione di un blocco a livello del primo step, quello del riconoscimento tra recettore della cellula dell'ospite e ligando presente sulla superficie del virus; sono quindi inibitori dell'ingresso.
- blocco della scapsidazione: il virus entra nella cellula ospite,ma non riesce a liberare il suo genoma all'interno della cellula ospite.
.