Il jazz

Appunto inviato da lumachi
/5

Breve tesina sul jazz (2 pagine formato doc)

Il jazz ebbe origine fra i neri d’America, durante la deportazione degli schiavi nelle piantagioni.
Si distingue dalla musica europea soprattutto per i ritmi basati sugli accompagnamenti dei tamburi africani e per le "radici" africane: il ritmo, l'uso degli strumenti, il linguaggio impiegato ed anche il modo di utilizzare la parola.
La parola JAZZ si pensa che derivi dal verbo francese jasez: chiacchierare. La parola "jazz" non ha in ogni caso nessun significato e la musica che essa voleva rappresentare, in origine indicava una novità e un motivo di curiosità per quasi tutti. La vita dei neri era divisa fra il lavoro nei campi e la chiesa.
Nei campi si lavorava duramente per tutta la giornata e la musica aveva lo scopo di ipnotizzare la mente del nero per due ragioni: o facendogli sopportare la fatica e la sofferenza, o inebriandolo con la speranza del paradiso.


Sia nelle chiese che nei campi di lavoro, il canto era costituito dall'improvvisazione del singolo sul tema collettivo. Questi canti potevano protrarsi, fra tema, ripetizione e improvvisazione, per un tempo indefinito. Non a caso però il folk nero nacque fra gli schiavi delle campagne.


Gli inni dei neri convertiti al cristianesimo si distinguevano in due filoni, uno religioso, Spiritual e gospel, e uno profano, work songs. Erano costruiti per la parte melodica sui canti europei e per la parte ritmica sui sincopati africani (musica folkloristica).