Claude Debussy

Appunto inviato da alicep99
/5

Biografia (2 pagine formato doc)

CLAUDE DEBUSSY
Claude-Achille Debussy nacque il 22 agosto del 1862 a Saint-Germain-en-Laye (Francia).
Proveniente da una famiglia benestante di venditori di porcellane, successivamente impoveriti, entrò a soli dieci anni al Conservatorio di Parigi per studiare composizione con Giraud e pianoforte con Marmontel. Dopo aver conquistato, grazie alla scena lirica "L'enfant prodige", l’ambitissimo "Prix de Rome", rimase nella capitale italiana fino al 1887. Durante questo periodo il suo stile di compositore risultò influenzato dall'ascolto di Gamelan di Giava. 


Nella cantata "La damoiselle elue", risalente al 1888, e nei "Cinq poemes de Baudelaire", composti nell'anno successivo, si riflettevano echi di Wagner, mentre altre opere dello stesso periodo, soprattutto le arie composte partendo dai poemi dell'amico Verlaine, come "Fetes galantes", "Trois melodies" e "Ariettes oubliées" mettevano in mostra uno stile capriccioso. 
Nel 1889, Debussy, iniziò con Gabrielle Dupont una relazione che purtroppo finì nove anni più tardi, quando il musicista si legò a Rosalie Texier, amica di Gabrielle, con cui si sposò nel 1899. La separazione portò l'ex compagna di Claude a tentare il suicidio.


Tra i lavori per orchestra più importanti di Debussy di quel periodo vale la pena di segnalare i tre "Notturni" creati nel 1899.
Una forma più sinfonica, invece, si ravvisava ne "La mer", realizzato all'inizio del Novecento, con una parte centrale, chiamata "Jeux de vagues", che procedeva attraverso un'ampia varietà di sfumature e un'immediatezza modesta. Nel frattempo l'artista entrò in crisi con la moglie Rosalie, per quanto questa fosse benvoluta dai suoi amici e colleghi. Ciò che Debussy contestava alla donna era una scarsa cultura, e una sensibilità musicale totalmente assente.