The Beatles

Appunto inviato da nada1036
/5

il gruppo, le origini, la storia... (3 pagine formato doc)

PINK FLOYD La loro storia inizia nel lontano 1957 nella città di Liverpool, quando il diciassettenne John e un quindicenne Paul McCartney, si incontrano per la prima volta su un palcoscenico alla Woolton Parish Church durante un concerto rock: sono entrambi chitarristi in due differenti gruppetti di dilettanti.Inizia cosi un rapporto destinato a produrre una quantità enorme di canzoni storiche; inizia con due ragazzi che decidono di perfezionare insieme la loro a quel tempo scarsa tecnica chitarristica.
Non ci vuole molto perché al duo si aggiunga un compagno di scuola di Paul, Gorge. Nel 1958 è pronto il primo nucleo dei futuri Beatles, anche se si chiamavano Quarrymen e propongono una strana miscela di musica skiffle (una musica "povera" a base di jazz tradizionale e rhythm blues) e rock'n'roll.
Ma in quell'anno un tragico evento contribuisce a rendere più intrasigente il carattere già ribelle di John Lennon: muore in un incidente stradale la madre Julia, a cui verrà dedicata, nel famoso "album bianco" del 1968, l'omonima canzone. La musica, allora, diventa la prima ragione di vita e dopo un periodo di incertezze, Lennon guida i futuri Beatles verso miglioramenti tecnici quotidiani. In contraddizione con tutto ciò, si aggiunge al gruppo nel 1959 in qualità di bassista il poco esperto Stuart Sutcliffe: il basso, come strumento, addirittura non lo conosce affatto, ma ha abbastanza soldi per poter comprare una strumentazione decente e, perciò, il gioco è fatto. Manca solo un batterista e, un anno dopo viene trovato nella persona di Pete Best. Così nel 1960 dopo vari cambi di nome, il gruppo parte per Amburgo con, per la prima volta, la promessa di una vera paga: 25 sterline alla settimana ciascuno. I giorni di Amburgo sono appassionati e ricchi di avventure: è qui che viene inventato il look dei Beatles grazie ad una fan tedesca che studia per loro gli abiti e quel particolare taglio di capelli che farà storia. Tornati a Londra, la prima mossa è un provino alla Decca il primo gennaio del 1962: nessuno della casa discografica intuisce il potenziale dei Beatles commettendo uno degli errori più macroscopici della storia del mercato discografico. Altra porta a cui bussare è la sede della grande casa discografica EMI. Qui c'è un produttore, George Martin, che capisce alla perfezione il valore dei ragazzi. Unico neo, secondo lui, è il batterista Pete Best. Ma i Beatles non ci pensano troppo: firmano il contratto con la EMI e licenziano Best chiamando alla batteria Ringo Starr. Ora il mitico gruppo è pronto e Love me do, uscita il 4 ottobre del 1962, fa conoscere al mondo una nuova fantastica realtà musicale. Il 1963 è l'anno decisivo: le loro tournée in patria registrano tutto esaurito e contribuiscono a mandare in classifica splendidi singoli. L'anno si conclude poi con la partecipazione a uno spettacolo di varietà in onore della regina: la "beatlemania" è definitivamente esplosa e il gruppo può permettersi di tutto, anche di dire, come ha fatto John