La mammella: anatomia, fisiologia e patologia

Appunto inviato da altea59
/5

riassunto sull'anatomia, fisiologia e patologia della mammella (6 pagine formato doc)

La mammella: anatomia, fisiologia e patologia - La mammella è un organo pari e simmetrico la cui funzione è quella di secernere latte.

Di forma emisferica, normalmente si estende dalla 3° alla 7° costa ed è costituito da una parte ghiandolare ed una parte stromale. La PARTE GHIANDOLARE è composta da un numero variabile di lobi (da 15 a 24), cioè di unità ghiandolari di tipo alveolare composto. Istologicamente definibile come ghiandola sebacea di tipo altamente differenziato. Dai lobi ghiandolari si dipartono i DOTTI GALATTOFORI che convergono verso il CAPEZZOLO, papilla cilindrica di forma allungata di circa 1 cm rivestita da cute iperpigmentata.

Leggi anche L'iperplasia della mammella

Intorno a questo si estende l’aureola mammaria, un’area circolare di circa 1,5 – 2,5 cm iperpigmentata, ricca di ghiandole sudoripare e sebacee chiamate tubercoli di Morgagni.
QuestÂ’ultimi durante la gravidanza e allattamento aumentano numericamente e di volume e sono denominati tubercoli di Montgomery. Lo STROMA è costituito da tessuto connettivale denso e tessuto adiposo ed ha la funzione di avvolgere e proteggere la ghiandola mammaria. LÂ’afflusso e deflusso sanguigno è garantito da: ARTERIOSO arteria mammaria esterna Arteria mammaria interna Arterie intercostali VENOSO vena mammaria interna Vene intercostali Vena ascellare LÂ’INNERVAZIONE è assicurata dai nervi intercostali Nervo toracico Plesso cervicale Plesso brachiale DRENAGGIO LINFATICO avviene attraverso tre grandi gruppi: