Pedagogia Speciale: epistemologia, progettualità, integrazione-inclusione

Appunto inviato da arkii92
/5

Percorso sulla pedagogia speciale che tocca l'epistemologia, la progettualità, l'integrazione-inclusione e altri aspetti inerenti alla materia (25 pagine formato doc)

PEDAGOGIA SPECIALE -> rinnova la lettura delle diversità
Nascita: 1790-1801, quando ITARD seguì Victor, il bambino selvaggio.
Scienza del RICONOSCIMENTO( i diritti ed i doveri di cittadinanza, educazione e vita delle persone diverse senza pregiudizi e stereotipi) e dell’interazione delle diversità.
Consiste nell’individuare funzionali risposte e soluzioni ai bisogni educativi speciali nelle concrete situazioni nelle quali si manifestano:
non può fornire risposte già standardizzate nel passato. 
 È importante contestualizzare.


INTERPRETATA COME SCIENZA DELLA COMPLESSITà:
Lettura interpretativa delle complessità del reale: persone “diverse” vivono in un contesto sociale e culturale che è già di per sé complesso.

Sottolineare la natura storica, dinamica ed evolutiva della scienza che  è fortemente votata alla logica di cambiamento delle condizioni di vita di tutti e di ciascuno, attenta alle variabili condizioni sociali e culturali che provocano l’esclusione/emarginazione dei “diversi”
(che siano essi tali per una situazione di deficit/handicap o per svantaggi, disagi, bisogni educativi speciali)


Diritto di tutti al raggiungimento della piena realizzazione di sé in un contesto esistenziale qualitativamente idoneo e mediante l’organizzazione di pari opportunità.

Si presenta come scienza di ricerca : strette collaborazioni interdisciplinari con lo scopo di allargare gli orizzonti.
Terapie riabilitative + percorsi educativo-didattici  = capacità di oltrepassare i limiti per confrontarsi nella realtà complessa ed in continuo divenire.


.