Pedagogia speciale: epistemologia, progettualità, integrazione-inclusione

Appunto inviato da arkii92
/5

Percorso sulla pedagogia speciale che tocca l'epistemologia, la progettualità, l'integrazione-inclusione e altri aspetti inerenti alla materia (25 pagine formato doc)

PEDAGOGIA SPECIALE: SINTESI

Pedagogia speciale -> rinnova la lettura delle diversità
Nascita: 1790-1801, quando ITARD seguì Victor, il bambino selvaggio.
Scienza del RICONOSCIMENTO( i diritti ed i doveri di cittadinanza, educazione e vita delle persone diverse senza pregiudizi e stereotipi) e dell’interazione delle diversità.
Consiste nell’individuare funzionali risposte e soluzioni ai bisogni educativi speciali nelle concrete situazioni nelle quali si manifestano:
non può fornire risposte già standardizzate nel passato.


 È importante contestualizzare.
INTERPRETATA COME SCIENZA DELLA COMPLESSITà:
•    Lettura interpretativa delle complessità del reale: persone “diverse” vivono in un contesto sociale e culturale che è già di per sé complesso.
•    Sottolineare la natura storica, dinamica ed evolutiva della scienza che  è fortemente votata alla logica di cambiamento delle condizioni di vita di tutti e di ciascuno, attenta alle variabili condizioni sociali e culturali che provocano l’esclusione/emarginazione dei “diversi”
(che siano essi tali per una situazione di deficit/handicap o per svantaggi, disagi, bisogni educativi speciali)
•    Diritto di tutti al raggiungimento della piena realizzazione di sé in un contesto esistenziale qualitativamente idoneo e mediante l’organizzazione di pari opportunità.
•    Si presenta come scienza di ricerca : strette collaborazioni interdisciplinari con lo scopo di allargare gli orizzonti.
Terapie riabilitative + percorsi educativo-didattici  = capacità di oltrepassare i limiti per confrontarsi nella realtà complessa ed in continuo divenire.
•    Non chiude mai i concetti: contorni mai definiti, ma rielaborati incessantemente per le possibili soluzioni. Interpretare le situazioni di deficit/handicap è il principio basilare della prospettiva dell’integrazione-inclusione.
•    Atteggiamento di disponibilità nei confronti del nuovo che risulta una parola che ogni generazione deve affrontare consapevole delle conquiste e dei progressi dei propri antenati.

Pedagogia speciale e integrazione: riassunto

PEDAGOGIA SPECIALE: INTEGRAZIONE E INCLUSIONE

Memoria del passato per risignificare il presente ( vecchie e nuove categorie):
costante rivisitazione approcci teorico-pratici, metodi, ecc…i quali devono risultare costruiti nei confronti con i problemi emergenti e dell’attuale variegato del contesto socio-culturale.
Letta ed interpretata dentro un panorama più complesso, la pedagogia speciale si occupa di diversità ed ha come oggetto d’indagine le immagini della diversità
(categorie a carattere complesso di natura storica, culturale e sociale):
non è possibile la lettura usando solo un approccio, ma è necessaria un’analisi approfondita a 360°.

PEDAGOGIA SPECIALE: METODOLOGIE

Le persone “diverse” vivono in un contesto sociale e culturale che è di per sé complesso:
mondo senza certezze dove c’è frammentazione e precarietà =
= crisi dei tradizionali ruoli ed agenzie formativa(scuola e famiglie).
Valori che prima erano punti di riferimento certi, ora sono crollati.
L’irruzione del mondo informatico e mediale ha contribuito nell’ambito delle conoscenze, ma ha creato un ribaltamento tra saperi caldi(=incontro, dialogo) e freddi (=tecnologie).

Scopri pedagogia e metodo di Célestin Freinet