Inquinamento da idrocarburi in mare

Appunto inviato da lucylagatta
/5

Tipi di inquinamento, classificazione degli idrocarburi, inquinamento da idrocarburi in mare, perdite di petrolio, biodegradabilità del petrolio e tecniche per ridurre l'inquinamento da petrolio (5 pagine formato doc)

INQUINAMENTO DA IDROCARBUI IN MARE

L’inquinamento da idrocarburi è di tipo acuto e quindi è caratterizzato da:

  • sono prodotti da un evento catastrofico imprevedibile che provoca effetti evidenti;
  • le cause sono facilmente individuabili;
  • gli effetti anche se gravi sono transitori;
  • ha impatto clamoroso sull’opinione pubblica.

INQUINAMENTO DA PETROLIO

L’origine dell’inquinamento da idrocarburi è il petrolio che è un’importante fonte energetica, immagazzinata, ma rappresenta anche un grosso rischio ambientale.

Il petrolio è costituito maggiormente dal carbonio ma anche da ossigeno, idrogeno, zolfo e azoto in quantità minori.
La sua composizione comunque varia in base al luogo di estrazione e ciò conferisce caratteristiche diverse anche sull’impatto ambientale.
Come si è formato il giacimento di petrolio? A seconda di dove si trova il giacimento cambia la modalità di estrazione. Per i giacimenti in mare vengono usate piattaforme offshore che sono uno dei veicoli d’inquinamento ma non il maggiore.

Inquinamento idrico nel mondo: riassunto

GLI IDROCARBURI

Gli idrocarburi possono essere:

  • Saturi come gli alcani;
  • Insaturi come i ciclo alcani;
  • Aromatici, solo il vero problema in quanto sono cancerogeni e sono volatili;
  • Cicloparaffine.

Come dicevano prima le componenti del petrolio variano a seconda della zona e di conseguenza la qualità del greggio viene valutata in base a questo.
Ciò che ci interessa maggiormente è come viene prodotto e l’uso a cui è destinato. La distillazione viene fatta dai petrolchimici. Tra l’altro l’Italia che non ha dei giacimenti veri e propri ha una grande industria petrolchimica che per fortuna negli anni non è andata persa. Essenzialmente un petrolchimico funziona per ebollizione e si separano le varie frazioni per le successive trasformazioni.

PERCHE' GLI IDROCARBURI SONO INQUINANTI

Gli idrocarburi in mare. Gli idrocarburi sono agenti inquinanti:

  • Dannosi perché hanno un’elevata richiesta d’ossigeno;
  • Pericolosi perché possono dare grossi traumi agli ecosistemi interferendo con le reti trofiche.

Ogni anno vengono immesse in mare 3-4 milioni di tonnellate di petrolio. Le fonti d’inquinamento sono:

  • impianti offshore che sono ~ 1.5%
  • Perdite dalle navi 45% che quindi rappresentano la maggiore fonte d’inquinamento
  • Scarichi urbani e industriali
  • Raffinerie
  • Sorgenti naturali
  • Atmosfera
  • Esplorazione/ produzione

IDROCARBURI NELL'ACQUA: CONSEGUENZE

Poniamo l’attenzione sulle perdine di petrolio.

  • Fonti naturali: trasudamento naturale dal fondo del mare (natural seepage); ricadute atmosferiche naturali (terpeni dalle conifere, metano dai processi Putrefattivi).
  • Fonti da navi: scarichi sistematici da petroliere; incidenti di petroliere; Incidenti di altre navi; scarichi di acque di sentina; operazioni ai terminali (carico e scarico); operazioni di bunkeraggio (carico delle petroliere); lavaggio delle petroliere dirette ai cantieri, per manutenzione e riparazioni.
  • Fonti off-shore: scarichi sistematici o accidentali da attività di perforazione; Produzione di petrolio dal fondo marino.
  • Fonti da terra: scarichi sistematici o accidentali di raffinerie o altri impianti; perdite e rotture di oleodotti; perdite e rotture di depositi; scarichi da attività urbane e di veicoli a motore; ricadute atmosferiche di idrocarburi evaporati o parzialmente incombustibili.