"Adolescenza e compiti di sviluppo" di E. Confalonieri, I. Grazzani Gavazzi

Appunto inviato da sarabella85
/5

Sintesi del testo di psicologia capitolo per capitolo (15 pagine formato pdf)

Capitolo 1

L’adolescenza è la fase di transizione dallo stato di bambino a quello di adulto.
Questa fase è abbastanza lunga, mutevole da persona a persona e piena di cambiamenti fisico-corporei. E’ un processo evolutivo che lo rende più autonomo.
Gli adolescenti, come dice Palmonari , non sono soltanto adulti ma anche persone in grado di partecipare attivamente alla vita. E’ un percorso/processo di costruzione dell’identità.

L’adolescenza è uno studio del processo di crescita dove il soggetto è chiamato ad affrontare con impegno alcuni compiti evolutivi il cui risultato lo farà crescere.
Erikson e Marcia hanno contribuito a dare una definizione al tema della costruzione dell’identità nell’età adolescenziale, proponendo anche modelli molto interessanti dal punto di vista della psicologia dello sviluppo.

Vygotskij, Bruner e Cole hanno fornito gli strumenti metateorici per avvicinarsi all’adolescenza in modo critico.

1.2 Adolescenza , identità e compiti di sviluppo:

Erikson parla dello sviluppo come ciclo di vita, l’adolescenza rappresenta un punto teorico fondamentale, non è un approccio psico-sessuale dello sviluppo come quello di Freud, ma psicosociale in modo da capire le dimensioni psichiche dello sviluppo, ma anche quelle sociali e culturali. Un elemento centrale è il principio dell’epigenesi, cioè ognuno di noi ha delle capacità e con il passare del tempo e delle esperienze diventano attuali, fornendo dinamicità, continuità e ciclicità allo sviluppo.
Quindi tiene conto del passata, presente e futuro di una persona. Il concetto di identità è molto significativo per le implicazioni che assume nel periodo adolescenziale ed Erikson lo divide in stadi. Il ciclo di vita si consuma nella costruzione dell’identità, consentendo all’individuo di sperimentare anche di fronte ai cambiamenti che è chiamato ad affrontare. Ogni stadi è caratterizzato da un dilemma psicosociale che nasce all’interno della relazione soggetto/ambientale e che deve essere superato affinchè la crescita possa procedere in senso maturativo. Ogni fase conosce uno specifico potenziale sintonico e uno distonico che sono alla ricerca di un equilibrio dinamico. Il dilemma che l’adolescente deve affrontare è legato all’antitesi fra l’identità e confusione di identità, è un periodo di maturazione sessuale e cognitivo.