La psicoterapia: lavorare sul controtransfert

Appunto inviato da 7psyco6
/5

identificazione proiettiva e enactment contronsferale, identificazione proiettiva, controtransfert, enactment controtransferale, gestione del controtransfert, tollerare il controtransfert, usare il controtransfert in funzione della comprensione interpretativa, usare con cautela forme di self – disclosure, tipi di controtransfert, il terapeuta salvatore, il terapeuta annoiato o assonnato, controtransfert erotico Blocco da controtransfert (5 pagine formato doc)

La psicoterapia: lavorare sul controtransfert - LAVORARE SUL CONTROTRANSFERT
Il controtransfert è una componente costante della terapia.
La versione originale freudiana del controtransfert è la visione ristretta, ha una valenza negativa: il controtransfert è causato dalla presenza nel tp di conflitti irrisolti.
Adesso si pensa che il controtransfert sia il risultato di un processo a cui contribuiscono tp e pz: il tp porta nella diade il suo passato, ma nello stesso tempo il pz induce reazioni nel tp.

Leggi anche I concetti chiave del colloquio psicoterapeuta


A volte capita che il pz usi il tp solo come fossa dove buttare tutti i suoi dispiaceri, senza prestare attenzione a quello che il tp dice (sempre che ne abbia l’occasione, xk spesso il flusso di parole di questi soggetti è continuo).
Questo atteggiamento è stato definito da Kernberg come esistenza satellite, al quale segue una mancanza di interesse da parte del tp (se una pz va da una tp x una serie di problemi, fra cui le figlie e la madre che non la ascoltano e parla solo lei, è probabile che anche il tp smetta di ascoltarladiventa come la madre e le figlie)

Leggi anche La supervisione nella psicoterapia

IDENTIFICAZIONE PROIETTIVA E ENACTMENT CONTROTRANSFERALE


Identificazione proiettiva e enactment controtransferale sono concetti che coinvolgono processi simili all’interno della diade terapeutica: l’identificazione proiettiva ha origine nel pensiero di Klein e nella teoria delle relazioni oggettuali mentre l’enactment controtransferale è nato dagli psicologi dell’Io statunitensi.

.